Gran Bretagna: cresce il numero di imprese che trattano prodotti di mutuo

I dati raccolti dall’Fsa indicano che nel 2007, prima dell’implosione del mercato dei prestiti immobiliari, le imprese che gestivano mutui erano 7.174. Dopo la crisi questo ammontare è andato gradualmente riducendosi, fino al minimo di 5.007 toccato nel marzo del 2011.

Più  nel dettaglio, le società registrate presso la Fsa per le quali il mutuo risulta il prodotto di punta erano nel 2007 3.553 e sono poi scese a 1.394 a marzo dell’anno scorso, tornando successivamente a risalire.

“Per il nostro settore, che aspetta da molto tempo una buona notizia, questi numeri rappresentano un piccolo motivo di gioia”, ha commentato Robert Sinclair, amministratore delegato della Association of mortgage intermediaries. “La crescita registrata indica che il fondo è stato ormai raggiunto e che anzi abbiamo ricominciato a scalare le pareti del baratro in cui siamo sprofondati. Le previsioni per il 2013 parlano di un mercato dei mutui in espansione: evidentemente molte società hanno iniziato a investire per potersi aggiudicare delle quote. Questo spiega la ragione per cui il numero dei nostri soci continua ad aumentare”.

Sinclair ha anche richiamato l’attenzione sulla ripresa del mercato immobiliare che molti addetti ai lavori si aspettano:“È chiaro che se questo settore riparte ci saranno grandi opportunità per i mediatori, che dovranno lavorare per fare in modo che tutti coloro che intendono comprare casa possano trovare un finanziamento compatibile con le loro necessità”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Gran Bretagna: cresce il numero di imprese che trattano prodotti di mutuo ultima modifica: 2012-12-27T20:16:24+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: