Gruppo Banca Sella e Telecom Italia lanciano SellaDigit, la nuova firma digitale per i clienti

SellaDigit accelera anche i “tempi di risposta” da parte della banca, poiché i contratti che vengono firmati dai clienti con questo sistema sono immediatamente disponibili alla banca stessa, che potrà quindi rispondere subito alle richieste.

I clienti della banca possono scegliere un prodotto o un servizio dal sito internet o ricevere direttamente sull’home banking i documenti da firmare. Al momento di firmare il contratto, invece di andare allo sportello o stampare i documenti e spedirli via posta come era necessario fino ad ora, basterà digitare il proprio pin, consegnato dalla banca al momento della sottoscrizione della firma digitale, e il codice, valido solo per quella singola operazione, visualizzato in quel momento sul dispositivo di sicurezza in uso al cliente (esattamente come già avviene per l’accesso ai servizi di internet banking).

La principale novità di SellaDigit è anche rappresentata dal fatto che può essere utilizzata per la sottoscrizione di una vasta gamma di prodotti e servizi, tra cui alcuni conti correnti dell’offerta del Gruppo Banca Sella, tutte le carte di pagamento (bancomat, carte di credito e prepagate) e prodotti di investimento come le gestioni patrimoniali. Nei prossimi mesi il servizio sarà ulteriormente esteso, anche ai documenti non strettamente collegati alla richiesta di prodotti e servizi, come ad esempio i moduli sulla privacy, la comunicazione di variazione indirizzo e il questionario antiriciclaggio.

La firma digitale può essere richiesta tramite internet banking, presso tutte le succursali del Gruppo Banca Sella o tramite i promotori di Banca Patrimoni Sella & C.  Il cliente può scegliere se richiedere il servizio utilizzabile esclusivamente per la firma dei documenti della banca o la versione valida per la sottoscrizione di qualunque altro documento.

Gruppo Banca Sella e Telecom Italia lanciano SellaDigit, la nuova firma digitale per i clienti ultima modifica: 2011-05-25T15:10:28+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: