Gruppo Bancario Ibl Banca: perfezionata la fusione di Ibl Family in Banca di Sconto. Nasce una nuova banca attiva nella cessione del quinto

Ibl Banca LogoIl gruppo bancario Ibl Banca e Tecnocasa Holding annunciano il perfezionamento della fusione per incorporazione di Ibl Family, società finanziaria ex 106 Tub, controllata da Ibl Banca e partecipata da Tecnocasa Holding, in Banca di Sconto.

Tramite quest’operazione, spiega una nota, Banca di Sconto, entrata a far parte del gruppo bancario Ibl Banca ad aprile 2021, assume il nuovo ruolo di banca attiva e specializzata nel settore della cessione del quinto dello stipendio e della pensione, principale ambito di attività della società finanziaria Ibl Family Spa con cui è stato perfezionato il processo di fusione.

La compagine societaria della nuova Banca di Sconto rispecchia l’assetto esistente in Ibl Family, che vede IBL Banca con una quota di maggioranza del 70% e Tecnocasa Holding con una partecipazione qualificata pari al 30% del capitale.

L’operazione ha quindi l’obiettivo di portare ad un ulteriore consolidamento del gruppo Bancario Ibl Banca nel settore della cessione del quinto, in cui continuerà ad operare la capogruppo Ibl Banca e in parallelo anche Banca di Sconto.

La strategia di sviluppo per la nuova Banca di Sconto punta a raggiungere nel triennio un attivo di circa 800 milioni di euro con un obiettivo di utile di circa 10 milioni di euro.

Tali obiettivi sono commisurati all’avviamento portato da IBL Family, pienamente operativa sul territorio nazionale da marzo 2019 tramite collaborazioni con oltre 100 Partner tra mediatori e agenti, con una produzione a fine 2021 di 233 milioni di euro (relativi a cessioni del quinto e prestiti con delega) e la previsione di raggiungere i 270 milioni di euro a fine 2022.

L’impulso alla crescita di Banca di Sconto nel settore dei finanziamenti ai lavoratori trae vantaggio dalle competenze specialistiche sviluppate dal team di Ibl Family nelle erogazioni anche al settore privato e dalla sua rete commerciale, in fase di espansione grazie anche alla collaborazione con Kiron Partner SpA, società di mediazione creditizia del Gruppo Tecnocasa.

Banca di Sconto può operare da fabbrica prodotto nel settore della cessione del quinto per altre realtà finanziarie e diventa anche il soggetto designato del gruppo Ibl Banca per lo sviluppo di nuove alleanze commerciali e partnership strategiche con altri istituti bancari.

Banca di Sconto si presenta sul mercato con il nuovo marchio in linea con l’identità aziendale del gruppo Ibl Banca, sia nel lettering che nei colori e nel logo con le cinque foglie blu e gialle, rafforzando così la riconoscibilità.

Assume la carica di presidente di Banca di Sconto Alessandro Bondi, mentre Oscar Cosentini, già al vertice di Ibl Family, ricopre il ruolo di amministratore delegato.

La direzione generale ha sede a Roma. L’istituto opera tramite una capillare rete diretta di agenti e di partner attivi su tutto il territorio nazionale.

“Siamo al lavoro da diversi mesi sul progetto di sviluppo e di lancio di Banca di Sconto e l’avvenuta fusione non è un punto di arrivo, ma sancisce l’ingresso ufficiale e operativo di una nuova realtà bancaria specializzata nel settore della cessione del quinto che opererà in parallelo a Ibl Banca. Con Banca di Sconto intendiamo cogliere nuove opportunità di crescita anche con la prospettiva di partnership e alleanze commerciali strategiche”, ha dichiarato Mario Giordano, amministratore delegato del gruppo bancario Ibl Banca.

“Concordo con Mario Giordano nel considerare Banca di Sconto un traguardo importante e allo stesso tempo un nuovo inizio. Sono orgoglioso di poter proseguire l’alleanza di valore instaurata con il Gruppo IBL Banca che, come il Gruppo Tecnocasa, si conferma aperto a nuove iniziative nell’ottica di soddisfare sempre più e sempre meglio le esigenze del mercato garantendo così reciprocità di vantaggi e continuità per entrambe le realtà. Unire le forze, le competenze e le visioni con grande senso di responsabilità e profondo rispetto per il cliente non può che premiare oggi e nel futuro”, ha commentato Oreste Pasquali, fondatore e presidente del Gruppo Tecnocasa.