Gruppo Cattolica, utile consolidato in crescita del 27,7% nei primi nove mesi dell’anno

Cattolica Assicurazioni LogoI primi nove mesi dell’anno hanno evidenziato per il Gruppo Cattolica una significativa crescita dell’utile netto consolidato, pari a 83 milioni, in progresso del 27,7% rispetto ai 65 milioni dello stesso periodo del 2013. Anche l’utile netto di gruppo, pari a 71 milioni, segna un incremento del 51,1% rispetto ai 47 milioni di settembre 2013. La raccolta premi complessiva del lavoro diretto ed indiretto danni e vita ha raggiunto i 4.182 milioni di euro, in aumento del 30,5% rispetto ai 3.205 milioni dei primi nove mesi 2013.

Gestione Danni
La raccolta premi del lavoro diretto, includendo i premi di Fata Assicurazioni pari a 68 milioni dall’acquisizione, passa da 1.211 milioni al 30 settembre 2013 a 1.246 milioni al 30 settembre 2014 (+2,9%). Escludendo i premi di Fata Assicurazioni la raccolta passa da 1.211 milioni al 30 settembre 2013 a 1.178 milioni a fine settembre 2014 (-2,7%). Il trend rilevato nei nove mesi rispetto all’esercizio precedente, migliora rispetto a quello del primo semestre, riducendo il decremento da -3,5% a -2,7%, e risente ancora della contrazione diffusa sul mercato del premio medio Rca, indotta
dalla crescente competitività tra operatori e dalla debolezza della domanda connessa alla situazione economica complessiva. Nel comparto auto, includendo i premi di Fata Assicurazioni, si registra una raccolta pari a 750 milioni (+0,1% rispetto al 30 settembre 2013), mentre escludendo i premi di Fata Assicurazioni, la raccolta si assesta a 705 milioni, in calo del 5,9% rispetto al 30 settembre 2013, a fronte di un dato di mercato, che ha visto nel solo primo semestre 2014 un calo della raccolta auto del 6,2%6. Il Gruppo contrasta il calo del premio medio generalizzato sul mercato conquistando nuovi clienti (A fine ottobre le nuove polizze incrementano di oltre 100 mila pezzi; +4,7%7), pur mantenendo la consueta prudenza in termini di selezione dei rischi. I rami non auto, con una raccolta premi che include anche Fata Assicurazioni pari a 496 milioni, risultano in aumento rispetto a settembre 2013 (462 milioni, +7,4%). Escludendo i premi di Fata Assicurazioni la raccolta dei rami non auto si assesta a 473 milioni, in aumento del 2,4% rispetto al medesimo periodo del 2013. Tale aumento è conseguente, più che ad un determinato trend di mercato, a specifiche scelte assuntive che privilegiano un incremento della raccolta relativa a polizze per clientela retail; risultano invece in contrazione le polizze destinate al comparto corporate. Il combined ratiopassa da 93,5% al 30 settembre 2013 a 92%9. Escludendo Fata Assicurazioni, il combined ratio del Gruppo al 30 settembre 2014 si attesta a 91,5% evidenziando un ulteriore progresso anche rispetto a fine esercizio 2013 (93,5%).

Gestione Vita
Nel segmento vita la raccolta da lavoro diretto si attesta a 2.893 milioni di euro, in forte aumento rispetto al terzo trimestre 2013 (+46%): crescono i rami tradizionali (Ramo I +55,6% e Ramo V +7,4%) e il ramo III (+59,2%). L’andamento in costante crescita determina un flusso, al netto delle somme liquidate, positivo con conseguente incremento delle riserve tecniche complessive.

Gestione finanziaria e situazione patrimoniale
Il risultato degli investimenti è pari a 382 milioni di euro (rispetto a 375 milioni al 30 settembre 2013). Gli investimenti al 30 settembre 2014 ammontano a 19.285 milioni di euro.

Le riserve tecniche lorde dei rami danni sono pari a 3.626 milioni di euro (3.072 milioni al 31 dicembre 2013)12. La sensibile crescita della raccolta ha spinto le riserve dei rami vita, che comprendono le passività finanziarie, a 14.749 milioni di euro (13.165 milioni al 31 dicembre 2013).

I dati al 30 settembre 2014 confermano la solidità patrimoniale del Gruppo con un patrimonio netto consolidato pari a 1.742 milioni di euro (1.561 milioni di euro al 31 dicembre 2013). Il margine di solvibilità del Gruppo è pari a 1,46 volte il minimo regolamentare. Tale valore tiene conto dell’acquisizione di Fata Assicurazioni avvenuta nel mese di giugno.

Rete Distributiva
La rete agenziale a fine settembre 2014 contava 1.589 agenzie (di cui 167 agenzie di Fata Assicurazioni) e gli sportelli di istituti bancari che collocano prodotti del Gruppo al 30 settembre 2014 erano 5.956.

Prevedibile evoluzione dell’attività
Il quadro macro economico evidenzia ancora elementi di incertezza nella ripresa economica e nella volatilità dei mercati finanziari. Il Gruppo proseguirà la sua azione volta al raggiungimento degli obiettivi sia in termini di volumi sia in termini di risultato economico. Nei Rami Vita si conferma la raccolta in crescita nei diversi canali del Gruppo. Nei Rami Danni, nonostante la competitività che si riscontra sul mercato, si continuerà a conseguire risultati positivi grazie all’ulteriore miglioramento della qualità dei rischi in portafoglio.

Leggi il comunicato

 

Gruppo Cattolica, utile consolidato in crescita del 27,7% nei primi nove mesi dell’anno ultima modifica: 2014-11-13T10:57:12+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: