Gruppo Iccrea: utile netto di 202 mln nel 2020

Gruppo bancario Iccrea Iccrea BancaL’utile netto consolidato del Gruppo Bancario Cooperativo Iccrea, approvato dal consiglio di amministrazione di Iccrea Banca, è di 202 milioni di euro, nonostante gli effetti della crisi sanitaria sul territorio e la conseguente adozione di prudenti politiche valutative di accantonamento adottate dal gruppo. Lo rende noto l’istituto di credito, precisando che l’approvazione dei risultati consolidati è stata effettuata in vista dell’assemblea dei soci di Iccrea Banca, convocata per il 28 maggio.

Nell’anno passato il gruppo, oggi formato da 130 banche di credito cooperativo (132 al 31 dicembre 2020), ha confermato la sua forte presenza sul territorio, erogando prestiti per complessivi 92,8 miliardi di euro, destinati prevalentemente alle piccole e medie imprese e alle famiglie, “con 6 miliardi di euro di finanziamenti ex DL Liquidità e moratorie per 23 miliardi di euro concesse nella fase più acuta della pandemia, già per il 40% dell’ammontare complessivo non rinnovate dai nostri clienti grazie alla ripresa delle loro attività”.

È importante enfatizzare come nell’attuale fase congiunturale, profondamente gravata dalla pandemia da coronavirus, il gruppo, il terzo in Italia per numero di sportelli, 2.529, in oltre 1.700 comuni, ha supportato in modo costante l’economia reale e le comunità di riferimento, con l’erogazione di 6 miliardi di euro di finanziamenti garantiti dallo Stato ex art. 13 Dl Liquidità a favore delle pmi, e con l’approvazione di 215.000 richieste di moratoria nell’ambito del Dl Cura Italia per oltre 23 miliardi di euro – ha detto Giuseppe Maino, presidente di Iccrea Banca -. È un segnale forte che conferma la tradizionale attenzione delle bcc all’economia reale e ai territori”.

Sempre nel corso dell’anno passato, il gruppo Iccrea ha dato continuità alla strategia di derisking sul portafoglio deteriorato, i cui risultati registrano un npl ratio netto consolidato pari al 4,3% (9,1% lordo), quasi due punti percentuali in meno rispetto a quello di dicembre 2019 pari a 6,1% netto (11,6% lordo). Si conferma, inoltre, un incremento dei coverage dei crediti deteriorati, pari al 55,7%, quasi 5 punti percentuali in più rispetto a quelli ottenuti nel 2019 (50,9%), che evidenzia la sempre maggior prudenza adottata dal gruppo nella valutazione degli npl attesa la rilevante presenza di garanzie reali che li assistono (circa 75% del totale).

In crescita la raccolta diretta da clientela, che nel 2020 raggiunge i 113,2 miliardi di euro, con un incremento di 7,8 miliardi di euro rispetto al 2019, a conferma della fiducia del mercato verso il gruppo e le bcc che vi aderiscono.

Il gruppo bancario cooperativo Iccrea – ha detto il direttore generale di Iccrea Banca Mauro Pastorerafforza i propri indici patrimoniali, con il Cet1 al 16,7% e il Tcr al 17,5% (a dicembre 2019 erano rispettivamente al 15,5% e 16,3%), confermando inoltre una solida posizione di liquidità, con un indicatore di copertura delle esigenze di liquidità a breve (LCR) pari al 299,2% e un Nsfr (rapporto tra ammontare disponibile di provvista stabile e l’ammontare obbligatorio di provvista stabile) pari al 131,6%. Risultati conseguiti mentre stiamo continuando, in collaborazione con le bcc, nella complessa opera di consolidamento del nostro gruppo”.