Gruppo MutuiOnline, nel primo trimestre risultato netto in aumento del 129,8%

Mutuionline LogoIl consiglio di amministrazione di Gruppo MutuiOnline S.p.A. ha approvato in data odierna il resoconto intermedio sulla gestione consolidato per il trimestre chiuso al 31 marzo 2015. I ricavi per il trimestre chiuso al 31 marzo 2015 sono pari ad Euro 22,3 milioni, in crescita del 48,5% rispetto al medesimo periodo dell’esercizio precedente. Tale incremento è riconducibile alla crescita sia della Divisione Broking, che ha registrato ricavi in aumento del 69,1%, passando da Euro 5,3 milioni nel primo trimestre 2014 ad Euro 9,0 milioni nel primo trimestre 2015, sia della Divisione BPO, che ha registrato ricavi in aumento del 37,2%, passando da Euro 9,7 milioni nel primo trimestre 2014 ad Euro 13,3 milioni nel primo trimestre 2015.

Il risultato operativo cresce del 104,7% nel trimestre chiuso al 31 marzo 2015, rispetto al medesimo periodo dell’esercizio precedente, passando da Euro 2,6 milioni nel primo trimestre 2014 ad Euro 5,3 milioni nel primo trimestre 2015. Tale incremento è da attribuirsi alla crescita di entrambe le Divisioni, con il risultato operativo della Divisione Broking in crescita del 277,5%, che passa da Euro 0,7 milioni nel primo trimestre 2014 ad Euro 2,6 milioni nel primo trimestre 2015, ed il risultato operativo della Divisione BPO in crescita del 41,5%, che passa da Euro 1,9 milioni nel primo trimestre 2014 ad Euro 2,7 milioni nel primo trimestre 2015.

Il risultato netto registra una crescita del 129,8% nel trimestre chiuso al 31 marzo 2015, passando da Euro 1,6 milioni nel primo trimestre 2014 ad Euro 3,6 milioni nel primo trimestre 2015. Evoluzione del mercato dei mutui residenziali Grazie alla sensazionale riduzione dei tassi di interesse a lungo termine derivante dalla politica monetaria espansiva della Banca Centrale Europea, continua la ripresa del mercato dei mutui, anche se ancora principalmente per effetto della forte crescita delle surroghe. I dati di Assofin, associazione rappresentativa delle principali banche attive nel settore, confermano la crescita dei volumi di nuove erogazioni di mutui residenziali, con un aumento anno su anno del 11,8% nel mese di gennaio 2015 e del 11,8% nel mese di febbraio 2015. Le rilevazioni di CRIF, società che gestisce il principale sistema di informazioni creditizie in Italia, riportano una crescita anno su anno delle interrogazioni in banca dati per richieste di mutui del 22,6% nel mese di gennaio 2015, del 38,7% nel mese di febbraio 2015 e del 49,5% nel mese di marzo 2015. Tale forte ripresa è principalmente riconducibile all’esplosiva domanda di rifinanziamento dei mutui in essere, in presenza di tassi fissi ai minimi storici.

Per il 2015 è ipotizzabile una continuazione della ripresa del mercato mutui. L’appetito delle banche per nuove erogazioni si è infatti tradotto in un ulteriore calo degli spread fino ad un livello per le migliori offerte sotto ad 1,50%. I prezzi degli immobili sono ulteriormente calati nel corso del 2014. In questo contesto, è manifesta una forte domanda di mutui di surroga, che potrà verosimilmente lasciare il passo ad un’aumentata domanda di mutui di acquisto, man mano che il contesto economico ormai in miglioramento permetterà ai consumatori di recuperare un livello di confidenza sufficiente per approfittare di un livello di affordability dell’acquisto di abitazioni con mutuo ai massimi degli ultimi 10 anni.

Divisione Broking: osservazioni sull’andamento della gestione ed evoluzione prevedibile 
Nel trimestre chiuso al 31 marzo 2015, rispetto al medesimo periodo dell’esercizio precedente, la Divisione Broking registra ricavi e marginalità in crescita grazie al contributo di tutte le Linee di Business, con una sostanziale ripresa dei business legati ai prodotti di credito. I risultati beneficiano in particolare di una importante crescita di volumi e ricavi del Broking Mutui, grazie soprattutto alla crescita esplosiva dei rifinanziamenti, a fronte di una solo modesta ripresa dei mutui con finalità di acquisto. In tale contesto, la quota del mercato nazionale mutui intermediato dal Gruppo appare in crescita. Per i prossimi mesi, è corretto prevedere una continuazione della crescita, potenzialmente a ritmi meno sostenuti rispetto agli ultimi due trimestri, anche in funzione del progressivo riassorbirsi del picco di surroghe finora osservato.

Si osserva una crescita anche per il Broking Prestiti, riconducibile ad un miglioramento della domanda di credito, anche per la ripresa degli acquisti di auto nuove negli ultimi mesi. Tale crescita potrà verosimilmente proseguire, nell’ipotesi di un progressivo miglioramento della fiducia dei consumatori.

Per quanto riguarda il Broking Assicurazioni, è visibile una crescita significativa del numero di nuove polizze intermediate, cui fa tuttavia da contraltare una continua riduzione dei premi medi, su cui sono calcolate le nostre commissioni, con un effetto risultante comunque di ricavi in crescita. Una prosecuzione della crescita di volumi e ricavi è prevista anche nei mesi a venire. Il contributo della nuova Linea di Business Comparazione Prezzi E-Commerce ai risultati consolidati
del Gruppo è stato limitato nel primo trimestre 2015 ad un periodo di soli 18 giorni, in quanto l’acquisizione del controllo di 7Pixel S.r.l. è avvenuto in data 13 marzo 2015. Il significativo contributo positivo di tale Linea di Business ai risultati della Divisione sarà pienamente visibile per la prima volta nel secondo trimestre del 2015.

Divisione BPO: Osservazioni sull’andamento della gestione ed evoluzione prevedibile 
Il risultati e i trend della Divisione BPO nel primo trimestre 2015 sono in linea con quanto atteso e già comunicato con il bilancio consolidato 2014. Rispetto allo stesso periodo dello scorso anno, crescono fatturato e marginalità operativa. Anche a livello delle singole Linee di Business, sono confermate le indicazioni comunicate in precedenza: il motore della crescita sono le attività di outsourcing dedicate ai mutui, con una fortissima crescita legata all’aumento dei volumi di mutui erogati da parte di tutte le banche clienti, soprattutto per le operazioni di surroga. Sono invece sostanzialmente stabili tutte le altre Linee di Business.

I volumi di attività in ingresso e gli obiettivi commerciali condivisi dai nostri clienti ci fanno ritenere che queste dinamiche potranno proseguire anche per i prossimi mesi: per la Divisone la sfida principale sarà quella di gestire in maniera ordinata e profittevole la crescita delle operations in ambito BPO Mutui, dove è ormai riassorbita tutta la capacità in eccesso. Prosegue inoltre in maniera favorevole lo sviluppo commerciale della Divisione, sia per le attività tradizionali, sia per quelle recentemente introdotte (soprattutto in ambito asset management).

Nomina del collegio sindacale e verifica dei requisiti di indipendenza
L’assemblea dei soci tenutasi in data 27 aprile 2015 ha nominato con mandato triennale il nuovo collegio sindacale dell’Emittente, in sostituzione di quello in scadenza. Sono stati nominati sindaci effettivi i signori Fausto Provenzano (Presidente), Paolo Burlando e Francesco Masotti e sindaci supplenti i signori Gianluca Lazzati e Maria Concetta Russano. Il consiglio di amministrazione di Gruppo MutuiOnline S.p.A., nel corso della riunione odierna, ha effettuato, con esito positivo, la verifica circa l’esistenza dei requisiti di indipendenza in capo ai membri del collegio sindacale, adottando i parametri indicati dal Testo Unico della Finanza e dal Codice di Autodisciplina, non essendosi ravvisati casi critici nell’attività di valutazione.

Verifica dei requisiti di indipendenza in capo agli amministratori indipendenti Il consiglio di amministrazione di Gruppo MutuiOnline S.p.A., nel corso della riunione odierna, ha effettuato, con esito positivo, la verifica circa l’esistenza dei requisiti di indipendenza in capo agli amministratori indipendenti Anna Maria Artoni, Chiara Burberi, Valeria Lattuada, Andrea Casalini, Matteo De Brabant, Daniele Ferrero e Klaus Gummerer, adottando esclusivamente i parametri indicati nel Codice di Autodisciplina, non essendosi ravvisati casi critici nell’attività di valutazione. Si comunica inoltre che, in seguito alla valutazione dei requisiti di indipendenza, il consiglio di amministrazione ritiene che, sulla base delle indicazioni contenute al punto 3.C.1.e) del Codice di Autodisciplina di Borsa Italiana, non sussistano più i requisiti di indipendenza in capo al consigliere Alessandro Garrone, essendo stato nominato per la prima volta nel consiglio di amministrazione della Società in data 25 maggio 2006 ed avendo ricoperto la carica di amministratore per nove anni.

La relazione finanziaria consolidata relativa al semestre chiuso al 30 giugno 2015 sarà approvata dal consiglio di amministrazione di Gruppo MutuiOnline S.p.A. convocato per il 10 agosto 2015.

Leggi il comunicato

Gruppo MutuiOnline, nel primo trimestre risultato netto in aumento del 129,8% ultima modifica: 2015-05-13T12:39:50+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: