I mortgage brokers chiedono alle banche mutui “top up” per i clienti con poca disponibilità

I mortgage brokers chiedono alle banche di mettere a disposizione più mutui “top up” per i clienti con poca disponibilità. I mutui “Top-up” consistono in un secondo mutuo fornito da un terzo per colmare l’eventuale gap del loan to value. Ovvero andrebbero a colmare quel 20%-25% in più che è necessario per alcuni clienti per poter acquistare una casa.

Assetz, una delle più importanti reti di mortgage brokers, ad esempio, lancerà un mutuo del tipo “top up” alla fine dell’anno, dando la possibilità ai clienti di prendere un mutuo fino al 90% del valore della casa. Il “top up” sarà fornito da una piccola banca regionale.

Mentre molti mortgage brokers vedono in questa modalità uno strumento per servire oggi molti clienti che non riescono più a comprarsi casa, Lloyds Banking Group ha fatto una recente dichiarazione sostenendo che i mutui “top up” potrebbero diventare un’area di preoccupazione e spesso li cercano persone che comunque non possono oggi sostenere il costo di un mutuo.

I mortgage brokers chiedono alle banche mutui “top up” per i clienti con poca disponibilità ultima modifica: 2011-02-13T11:03:46+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: