Australia: i mutuatari sempre più attratti dal tasso fisso

 

Il dato è interessante perché indica un incremento del 3% rispetto al mese di novembre, quando il fisso si è fermato al 21%.

Non solo, ma la percentuale di mutui a tasso fisso venduti attraverso i consulenti creditizi è aumentata notevolmente negli ultimi sette mesi, tanto che da maggio si è evidenziato un +13%.

“È interessante notare come i consecutivi tagli apportati dalla Reserve Bank of Australia non abbiano influenzato le scelte dei mutuatari australiani, molto orientati verso il tasso fisso – fanno sapere da Mortgage Choice –. Molto probabilmente i consumatori hanno bisogno di certezze per poter pagare le rate con maggiore tranquillità; questo ha determinato una domanda sempre più crescente per i mutui a tasso fisso che trainando l’intero settore”.

Nel corso del mese di dicembre – ha concluso un analista di Mortgage Choice – i tassi fissi si sono mantenuti significativamente più bassi rispetto ai variabili, e in alcuni casi la differenza ha addirittura superato il punto percentuale. I nostri dati rivelano che il tasso fisso è molto più richiesto oggi rispetto agli ultimi 3 anni, a scapito del tasso variabile che ha progressivamente perso popolarità tra i mutuatari”.

Australia: i mutuatari sempre più attratti dal tasso fisso ultima modifica: 2012-01-06T09:44:24+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: