Iccrea Banca, il 7 ottobre seminario sulle banche a sostegno dei territori

Iccrea Banca LogoSi terrà il prossimo 7 ottobre l’evento “Le banche locali a sostegno dei cittadini in epoca di COVID19: crescita economica dei territori, inclusione ed educazione finanziaria dei giovani, cultura della sostenibilità”, organizzato da Iccrea Banca, capogruppo del gruppo bancario cooperativo Iccrea e dalla Fondazione per l’educazione finanziaria e al risparmio (Feduf), creata dall’Associazione bancaria italiana. L’incontro, il primo organizzato congiuntamente tra le due realtà, è inserito nel programma del Festival per lo Sviluppo Sostenibile organizzato da Asvis e del mese dell’educazione finanziaria.

Il seminario si svolgerà a Roma presso la sede centrale di Iccrea Banca in via Lucrezia Romana, 41, ma si potrà seguire sul canale Youtube e sulla galleria multimediale del sito del gruppo Iccrea. Accademici, imprenditori ed esperti del settore approfondiranno i temi dell’educazione di qualità (Sdg 4) della crescita economica e lavoro dignitoso (Sdg 8) e delle diseguaglianze sociali (Sdg 10).

“Diffondere l’educazione finanziaria presso la popolazione non è impresa facile perché gli argomenti che le sono propri vengono percepiti come complessi e inarrivabili – spiega Giuseppe Gambi, consigliere di Iccrea Banca con delega alla sostenibilità –. Mai come oggi, dati i pesanti effetti economici della pandemia sulle finanze delle famiglie, è però indispensabile affrontare in modo lucido e consapevole le scelte relative alle risorse economiche individuali, sia in termini di gestione del quotidiano che nella prospettiva del risparmio e della protezione finanziaria”.

“I dati delle ricerche nazionali e internazionali rivelano quanto sia urgente un’azione di sistema per la crescita dell’educazione finanziaria degli italiani non possiamo quindi che accogliere con estremo piacere il contributo alla diffusione della consapevolezza economica di Iccrea Banca, protagonista come tutte le Banche di Credito Cooperativo di una storia centenaria, fatta di relazioni con il tessuto economico del territorio e di aiuti e sostegno agli esclusi”, conclude Giovanna Boggio Robutti, direttore generale della Feduf.