Igea Banca, il cda approva la “binding offer” per l’acquisto di Banca del Fucino

97

Igea BancaIl consiglio di amministrazione di Igea Banca ha approvato la “binding offer” per l’acquisizione della Banca del Fucino, e la due diligence affidata a Kpmg e al piano industriale del futuro gruppo bancario che comprenderà anche la nascita di una banca interamente digitale (“Igea digital bank”).

Per garantire la massima solidità finanziaria al progetto l’assemblea dei soci di Igea Banca aveva, nei giorni precedenti, deliberato all’unanimità un aumento di capitale di 200 milioni di euro valevole nell’arco temporale previsto dal piano industriale (2019-2020). Inoltre è stata definita con la Sga la cartolarizzazione di circa 310 milioni di euro di crediti deteriorati di Banca del Fucino cosa che consentirà all’istituto di presentare elevati indici di qualità del credito, tra i migliori del sistema bancario italiano.

Con questa acquisizione, il cui perfezionamento è soggetto all’autorizzazione degli organi di vigilanza, Banca del Fucino uscirà da una situazione di incertezza ed inizierà un percorso di forte rilancio che contemplerà la valorizzazione dei tradizionali elementi di forza della stessa banca.