Il 17 a luglio, a genova, Re/Max presenta un’analisi del mercato immobiliare locale

Re/Max LogoContinuano gli appuntamenti con le conferenze immobiliari di Re/Max Italia dedicate all’analisi dell’andamento del mercato immobiliare, organizzate dal network Re/Max e curate in prima persona da Dario Castiglia, Presidente e Amministratore di Re/Max Italia.

Incontri aperti al pubblico, dedicati a esperti e non del settore, durante i quali è possibile aggiornarsi ed informarsi sull’attuale situazione del mattone, argomento caro a noi italiani.

Nel prossimo appuntamento in programma giovedì 17 luglio a Genova, Dario Castiglia presidente del network immobiliare presenterà un’analisi del mercato immobiliare di Genova ed italiano.

Durante l’incontro, che si terrà presso il Melia Hotels International di Genova (Via Corsica, 4) dalle ore 12.00 alle 14.00, saranno affrontate le tematiche relative alle prospettive del mercato immobiliare per il 2014, i cambiamenti del potere d’acquisto e le previsioni per i tassi di interesse oltreché di come sarà in futuro l’accesso al credito.

Secondo i dati raccolti da Re/Max Italia, sulla piazza di Genova si stanno registrando dei timidi segnali di ripresa  per il mercato immobiliare, che nell’ultimo quadrimestre ha registrato un aumento della domanda e dell’offerta, con una sostanziale stabilità del numero di compravendite e una inflessione al ribasso dei prezzi.

Le previsioni dell’andamento del mercato per i prossimi mesi presentano ancora una contrazione dei prezzi con leggero aumento della domanda e del numero di compravendite.

Nel dettaglio, il mercato immobiliare nella città di Genova, secondo i dati raccolti da Re/Max Italia, sta registrando un timido aumento delle richieste, principalmente nel Centro e nel Levante cittadino, le zone del Ponente, di Sestri Ponente e di Pegli, mentre le zone dell’entroterra stanno ancora mostrando una fase di calo.

In questo momento inoltre si nota una sempre più abbondante offerta di immobili che restano fermi sul mercato per diversi mesi, ultimamente però si sta registrando una tendenza dei proprietari, seppur ancora molto timida, ad applicare una rivisitazione dei prezzi al ribasso per essere più in linea con la disponibilità economica dell’acquirente.

Per quanto possa sembrare ovvio, l’unica tipologia di immobile che si vende facilmente, in questo particolare momento del mercato,  è quella con il prezzo adeguato, per fare alcuni esempi i prezzi medi degli immobili si attestano intorno ai 350.000 € per il centro città, mentre si parla di cifre notevolmente più basse per zone più semi-periferiche e periferiche.

Dall’indagine condotta da Re/Max Italia, nel mercato immobiliare di Genova emerge che l’acquisto dell’abitazione rispetto all’affitto, continua ad essere la scelta privilegiata degli over 35, soprattutto se si tratta di famiglie. Optano invece per la locazione i giovani tra i 20 e i 35 anni e i single, prediligendo in particolare le zone di periferia o semi-periferiche della città.

Ricercano invece il centro o una soluzione nell’entroterra le famiglie e la fascia di acquirenti compresa tra i 35-50 anni, spesso impegnati nella selezione della prima casa, risultano essere interessati all’acquisto di appartamenti di tre o più locali oppure case con giardino o terrazzo richiedendo spesso anche la disponibilità di parcheggio privato o garage. Sono queste le caratteristiche, insieme alla vista, ad essere le richieste più spesso esplicitate dall’acquirente nelle zone centrali della città di Genova.

In linea con il valore culturale dell’investimento immobiliare, non stupisce che in testa alle preferenze di giovani e coppie vi siano soluzioni abitative da due o più locali, con investimenti medi introno ai 170 mila euro prediligendo zone semi-periferiche della città e arrivano fino a 350 mila euro per le famiglie che manifestano il loro apprezzamento anche per soluzioni immobiliari situate nelle tipiche e pittoresche aree del rinomato entroterra ligure.

Il calendario delle conferenze firmate da Re/Max Italia continuerà toccando le città di Siracusa (30 settembre), Torino (30 ottobre), per terminare nella città di  Firenze il 27 novembre 2014.