Il mercato immobiliare nel 2009. I dati dell’Agenzia del Territorio

I dati arrivano dall’Agenzia del Territorio, la quale specifica che la variazione tendenziale negativa di questo trimestre è decisamente inferiore rispetto a quella osservata nei trimestri precedenti sia nel 2009 sia nel 2008.

I dati del 2009

Complessivamente nel 2009 si sono registrate 1.347.368 compravendite con una flessione pari all’11,3% rispetto al 2008, anno in cui il calo era stato del 13,7% rispetto al 2007. Il livello medio delle quotazioni si è ridotto dello 0,7% circa. L’andamento dei prezzi riflette la forte riduzione delle compravendite. Si evidenzia, tuttavia, la sostanziale tenuta dei prezzi medi delle abitazioni. Infatti, la variazione negativa appare assai lieve a fronte della forte contrazione delle compravendite di abitazioni ormai in atto da più di tre anni (-28% dal 2006 al 2009).

I mutui

Il livello di compravendite di abitazioni acquistate mediante l’accensione di un mutuo con ipoteca sulla medesima casa acquistata, è diminuito nel 2009 del 10,8%, leggermente meno delle compravendite del settore residenziale che come si è detto sono scese dell’11,3%. È da tener presente che nel 2008 si era assistito al crollo del 27% circa di questo segmento di mercato, quando le compravendite totali di abitazioni scendevano del 15% circa. Secondo l’Agenzia del Territorio la forte riduzione dei tassi di interesse potrebbe aver contribuito al contenimento della discesa degli acquisti con mutuo: “si consideri che i tassi di interesse medi sulla prima rata dei mutui ipotecari, sono scesi di quasi 2 punti percentuali, passando da 5,55% del 2008 a 3,68% del 2009” si legge nel comunicato.

La nota trimestrale che analizza il volume delle compravendite effettuate nel corso del IV trimestre 2009 e contiene anche uno studio sull’andamento dell’intero anno è disponibile sul sito www.agenziaterritorio.it

Il mercato immobiliare nel 2009. I dati dell’Agenzia del Territorio ultima modifica: 2010-03-22T09:23:16+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: