Il Prestito della Speranza, progetto di microcredito promosso dalla Conferenza episcopale italiana e dall’Abi, è ora 3.0

Abi Logo BuonoPrestito della Speranza è il progetto di microcredito promosso dalla Conferenza episcopale italiana e dall’Abi con l’obiettivo di finanziare le famiglie in difficoltà e le microimprese, e sta entrando nella sua terza fase. Dopo aver erogato 26 milioni di euro con 4.500 micro finanziamenti, grazie alla rete delle Caritas diocesane, il Prestito della Speranza 3.0 sarà riproposto su tutto il territorio nazionale nelle filiali del gruppo Intesa Sanpaolo, per erogare 100 milioni di finanziamenti garantiti da un fondo di 25 milioni, costituito da risorse della Dei, provenienti dall’8×1000 e affidato a Banca Prossima, la banca del gruppo dedicata al no profit laico e religioso.

Oltre a rivolgersi alle categorie oggi più vulnerabili dal contesto economico-sociale (over fifty espulsi dal sistema produttivo, nuovi italiani, genitori separati, coppie di lavoratori non stabilizzati), il nuovo Prestito della Speranza fissa due focus: da un lato i progetti di vita e di autoimprenditorialità dei giovani e dall’altro le imprese start-up.

Queste le due forme di credito e le relative modalità di erogazione: il Credito sociale per famiglie disagiate, con un prestito di massimo 7.500 euro erogati in 6 rate di 1.250 euro ciascuna, come forma di sostegno al reddito e con un tasso applicato, che si avvale del funding Bce (Tltro) e della garanzia assicurata dalla Cei, fisso al 2,5%, rata mensile media indicativa di 138 euro e durata di 6 anni; il Credito fare impresa, per le microimprese a bassa capitalizzazione o di nuova costituzione, con un importo massimo in unica soluzione di 25 mila euro, e con tasso fisso al 4,6%, con una rata/mese stimata in 468 euro, durata 6 anni.

Il Prestito della Speranza, progetto di microcredito promosso dalla Conferenza episcopale italiana e dall’Abi, è ora 3.0 ultima modifica: 2015-03-11T16:42:06+00:00 da Redazione 2

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: