Il TAR del Lazio annulla l’art. 52 del Regolamento ISVAP n. 35

 

ABI unitamente ad alcune associate, Assilea e UBI Leasing S.p.A. hanno vinto il ricorso al TAR del Lazio per ottenere l’annullamento dell’art. 52 del Regolamento ISVAP n. 35.

Erano attese per lo scorso 15 ottobre, le sentenze a fronte dei ricorsi presentati, ma sono arrivati a pubblicazione solo ieri sera. Il TAR non entra nel merito del Regolamento, ma si è limitato ad accogliere l’istanza di annullamento per i vizi inerenti la procedura di pubblica consultazione. Il TAR, infatti, ha sostenuto che “l’Isvap, nel pervenire all’adozione della impugnata disposizione di fonte regolamentare, si sia attenuta ai passaggi procedimentali legislativamente predeterminati…, nel pervenire all’adozione della norma regolamentare contestata, introdotta solo in sede di adozione del regolamento, ha ritenuto indebitamente di poter omettere ogni fase partecipativa, concretando la lesione delle prerogative partecipative dalla parte ricorrente lamentata in questa sede. La circostanza è attestata con ogni chiarezza dagli atti di causa, ovvero non solo dagli elementi circostanziali offerti in giudizio dalla parte ricorrente, ma anche dalle affermazioni della stessa parte resistente, che non contesta, ed anzi conferma, che il divieto per cui è causa non è mai stato fatto oggetto di pubblicazione anteriormente alla sua adozione”.

 

 

Il Regolamento 35, all’art. 52, modificava l’art. 48 (Conflitti di interesse) del Regolamento Isvap n. 5/2006, introducendo il comma 1bis, e quindi il divieto di assumere direttamente o indirettamente la contemporanea qualifica di beneficiario o vincolatario delle prestazioni assicurative e quella di intermediario del relativo contratto in forma individuale o collettiva. Il Comma 1bis sarebbe dovuto entrare in vigore a decorrere dalla data del 1° dicembre, invece alla fine le banche sono riuscite a far cancellare, almeno per ora, il regolamento

Non si sa ancora cosa deciderà di fare l’Isvap, ma è sicuro che non lascerà cadere l’argomento, infatti, nonostante la vittoria delle banche l’argomento resta aperto e l’Istituto potrebbe riproporre il regolamento rispettando, questa volta, tutti gli obblighi della pubblica consultazione.

Leggi le tre sentenze:

Sentenza n.201033044 sul ricorso proposto da: ABI, Bnl, Cassa di Risparmio di Parma e Piacenza, Deutsche Bank, Intesa San Paolo, Unicredit Family Financing Bank
Sentenza n. 2010 33031
sul  ricorso proposto da Ubi Leasing
Sentenza n.201033032 sul ricorso proposto da Assilea

vis:1097

Il TAR del Lazio annulla l’art. 52 del Regolamento ISVAP n. 35 ultima modifica: 2010-10-28T17:33:37+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: