Immigrati e mercato creditizio, la Fondazione Ethnoland lancia un nuovo osservatorio

Nella mattinata di lavori – moderata dal giornalista Paolo Gila e aperta dai saluti di benvenuto di Piero Bassetti, presidente della fondazione Globus et locus – si sono affrontati diversi aspetti che hanno sottolineato l’importanza degli immigrati nel mercato creditizio italiano:

–       Credito al consumo: attori, mercato e scenari, con Alessandro Bondi, amministratore delegato di Compass;

–       Il merito e il rischio creditizio: il sistema delle garanzie, con Valentino Ghelli e Umberto Filotto, presidente e segretario generale di Assofin, Filippo Cannioto di Consum.it, Leonardo Nafissi, coordinatore nazionale di Fedart Fidi;

–       Verso un osservatorio creditizio e assicurativo per gli immigrati, con Guido Cuzzocrea, socio fondatore di Nunatac e Cristina Iacob, business manager consumer information di Experian. 

L’Osservatorio è nato un’iniziativa della Fondazione Ethnoland con l’obiettivo di comprendere le dinamiche e le intenzioni che spingono gli immigrati a interagire con il sistema creditizio e assicurativo italiano, dando risposte ai loro bisogni finanziari nonché alla valutazione del livello di fiducia verso il nostro sistema di credito. Il nuovo Osservatorio ha il compito di tracciare il profilo del segmento immigrati, attraverso una profilazione sistematica e questionari in grado di raccogliere dati, comportamenti, livello di affidabilità creditizia, e in generale i rapporti che gli immigrati hanno verso le banche e gli istituti di credito, così da poter aumentare il business nel mercato del credito al consumo, mutui e prestiti.

L’Italia oggi sconta un grosso limite nei confronti dei cittadini stranieri: non avere ancora gli strumenti e le informazioni per valutare il background di questi cittadini. Se scarsa conoscenza significa difficoltà nell’erogazione di un finanziamento, l’Osservatorio agirà cercando di colmare anche questo gap.

Immigrati e mercato creditizio, la Fondazione Ethnoland lancia un nuovo osservatorio ultima modifica: 2011-05-04T14:06:26+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: