Immobiliare canadese: lieve frenata a dicembre

“Come previsto, la compravendita di case ha registrato a dicembre una flessione, che tuttavia si è rivelata più contenuta rispetto alle attese”, ha spiegato alla stampa specializzata Mathieu Laberge, vice capo economista della Cmhc. “Questo perché nelle aree rurali si è avuta una contrazione mentre in quelle urbane la situazione appare sostanzialmente stabile”.

A fronte di ciò, ha aggiunto l’esperto, in tutto il territorio canadese la costruzione di nuove abitazioni appare in calo, con la sola eccezione dell’Ontario. Nella zona delle prateria il calo è stato del 23,9%, in Quebec dell’11,8% in British Columbia dell8,2% e nell’Atlantic Canada dell’1,6%. Di contro, in Ontario si è avuta una crescita importante, pari al 33,4%.

“Per capire come andrà il mercato immobiliare nel 2013 si dovrà attendere e osservare queli saranno le reazioni alla riduzione delle costruzioni”, ha sottolineato a questo proposito la Scotiabank. “Se ciò si tradurrà in un aumento dei prezzi, le compravendite potrebbero ridursi ulteriormente, contribuendo a sgonfiare la bolla che è andata crescendo in qquesti anni. Tuttavia allo stato attuale è ancora presto per fare delle previsioni”.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Immobiliare canadese: lieve frenata a dicembre ultima modifica: 2013-01-16T12:45:47+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: