Immobiliare, Casa.it: nei primi tre mesi del 2016 prezzi in crescita a Firenze (+0,8%) e Roma (+0,6%).

Casa.it LogoIn base ai dati divulgati oggi dall’Istat il calo dei prezzi delle abitazioni acquistate dalle famiglie sia a fini abitativi che di investimento ha registrato un rallentamento: nel 2015 i prezzi sono diminuiti del 2,4% rispetto all’anno precedente, un dato comunque inferiore rispetto al 4,4% registrato l’anno precedente.

Questa tendenza è stata confermata anche dalla rilevazione effettuata da Casa.it, che a fine 2015 ha registrato un calo più contenuto (-1,9%) dei prezzi degli immobili residenziali in offerta sul mercato.

 “I primi tre mesi dell’anno confermano questo trend – ha sottolineato Alessandro Ghisolfi, responsabile del centro Studi di Casa.it -. La variazione tendenziale rispetto ai primi 3 mesi del 2015 denota un rallentamento della discesa dei valori pari a -0,3%.  Si registrano le prime inversioni di tendenza sui valori a Firenze (+0,8%) e Roma (+0,6%). Mentre, le città che soffrono ancora sono Napoli (-3,6%) e Genova (-1,9%). Calo, ma più contenuto, per Torino (-1,3%), Milano (-1,1%) e Palermo (-0,8%). Prezzi stabili a Bologna (-0,1%). Tra le città più care si evidenziano Milano (3.900 €/mq), Roma (3.600 €/mq) e Firenze (3.340 €/mq)”.

Mercato immobiliare residenziale nelle città metropolitane sui primi tre mesi del 2016:

 

Città metropolitane Prezzo medio di vendita (€/mq) – Marzo 2016 Variazione % prezzo medio di vendita – Mar. ‘16 / Mar. ‘15
Milano 3.900 -1,1%
Torino 2.350 -1,3%
Genova 2.950 -1,9%
Napoli 2.650 -3,6%
Firenze 3.340 +0,8%
Roma 3.600 +0,6%
Bologna 3.100 -0,1%
Palermo 1.970 -0,8%
Casa.it

 

Immobiliare, Casa.it: nei primi tre mesi del 2016 prezzi in crescita a Firenze (+0,8%) e Roma (+0,6%). ultima modifica: 2016-04-04T18:27:16+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: