Immobiliare, Consulta interassociativa Fimaa-Fiaip-Anama: “Bene lo stop all’obbligo per gli agenti immobiliari di comunicare la Pec entro il 31 ottobre”

Fimaa Logo“Bene allo stop da parte dell’Agenzia delle Entrate all’obbligo di comunicare gli indirizzi Pec (posta elettronica certificata) entro il 31 ottobre per gli agenti immobiliari. L’Agenzia delle Entrate ha accolto la nostra istanza di acquisizione degli indirizzi Pec direttamente dai registri pubblici, semplificando e alleggerendo gli adempimenti per i professionisti dell’intermediazione immobiliare interessati dalle nuove regole per il contrasto al riciclaggio e agli illeciti internazionali”. Così la Consulta interassociativa nazionale dell’intermediazione, organo di raccordo per i rapporti intersindacali tra Fimaa-Confcommercio, Fiaip e Anama-Confesercenti, coordinata per l’anno 2014 da Fimaa-Confcommercio, ha commentato la risoluzione 88/E del 14 ottobre 2014 della Direzione centrale accertamento dell’Agenzia Entrate che sancisce lo stop all’invio obbligatorio degli indirizzi Pec entro il 31 ottobre, stabilito dal provvedimento congiunto dell’Agenzia delle Entrate e della Guardia di Finanza n. 105953/2014 dell’8 agosto 2014,  per tutti i soggetti, di cui agli articoli 11, 12, 13 e 14 del decreto legislativo 21 novembre 2007, n. 231 (antiriciclaggio).

La precisazione dell’agenzia delle Entrate è avvenuta a seguito della richiesta di chiarimenti da parte di diverse associazioni di settore (Fimaa-Fiaip-Anama), in relazione agli agenti immobiliari e all’obbligo di comunicazione Pec entro il 31 ottobre. Molti iscritti, infatti, lamentavano oggettive difficoltà nell’invio delle proprie Pec attraverso i sistemi messi a punto dall’agenzia delle Entrate, difficoltà che avrebbero ritardato notevolmente l’adempimento dell’obbligo stesso.

La Consulta, pertanto, al fine di evitare il protrarsi di tali problematicità ha chiesto al dipartimento Finanze del ministero dell’Economia di intervenire affinché l’Agenzia delle Entrate potesse acquisire gli indirizzi Pec degli agenti immobiliari direttamente dagli archivi pubblici delle Camere di Commercio, ove essi sono tenuti per legge ad iscriversi.

Con la risoluzione 88/E del 14 ottobre 2014 l’Agenzia delle Entrate accogliendo l’istanza della Consulta ha chiarito che “gli indirizzi Pec saranno acquisiti dall’Indice Nazionale degli Indirizzi di Posta Elettronica Certificata (Ini-Pec), istituito presso il ministero dello Sviluppo Economico,  che raccoglie tutti gli indirizzi di posta certificata delle imprese e dei professionisti presenti sul territorio italiano ed è liberamente accessibile, senza necessità di autenticazione, anche da parte delle pubbliche amministrazioni”.

Immobiliare, Consulta interassociativa Fimaa-Fiaip-Anama: “Bene lo stop all’obbligo per gli agenti immobiliari di comunicare la Pec entro il 31 ottobre” ultima modifica: 2014-10-16T14:23:23+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: