Immobiliare, dalla Fimaa tre proposte a Bruxelles per il rilancio del settore

Fimaa LogoRevisione della Bolkestein, tessera professionale europea rilasciata in Italia dalle associazioni di categoria più rappresentative, bandi per favorire l’interscambio professionale degli agenti immobiliari in Europa. Sono queste le tre proposte della Fimaa-Confcommercio, Federazione italiana mediatori agenti d’affari, all’Europa per il rilancio del settore e la promozione della figura dell’agente immobiliare europeo.

Valerio Angeletti, presidente nazionale Fimaa-Confcommercio, ha chiesto un incontro ai deputati italiani eletti al Parlamento europeo, in seno alla commissione parlamentare per il mercato interno e la protezione dei consumatori, attraverso la delegazione Confcommercio presso l’Unione europea a Bruxelles.

“L’insostenibile pressione del fisco italiano sul mattone, le problematiche relative al recepimento della direttiva Bolkestein (direttiva 2006/123/CE) a causa delle diverse norme nazionali che disciplinano l’accesso, la formazione e l’aggiornamento professionale degli agenti immobiliari nei vari Paesi Ue, la richiesta di far rilasciare in Italia la tessera professionale Ecp, european professional card, per l’incentivazione e la semplificazione della mobilità degli agenti immobiliari nel territorio europeo, dalle Associazioni di categoria maggiormente rappresentative, e la proposta di Fimaa-Confcommercio per il finanziamento di appositi bandi Ue che favoriscano l’Interscambio professionale dell’agente immobiliare europeo, sono i temi principali di dibattito che il numero uno della Fimaa affronterà con i parlamentari italiani eletti in Europa”, si legge in una nota.

Per Angeletti “è fondamentale per il rilancio del settore far capire all’Europa che il peso del fisco italiano sulla casa è ormai insostenibile: occorrono meno tasse sul mattone e la promozione e la conoscenza tra gli agenti immobiliari delle diverse realtà Associative presenti in Europa per favorire la mobilità e la condivisione delle opportunità immobiliari fra gli operatori del settore”.

Fimaa-Confcommercio è rappresentata in Europa dalla delegazione Confcommercio presso l’Unione europea con sede a Bruxelles, così come previsto anche dal nuovo statuto della federazione che verrà approvato in via definitiva nel corso dell’assemblea generale del prossimo 13 dicembre.

Immobiliare, dalla Fimaa tre proposte a Bruxelles per il rilancio del settore ultima modifica: 2014-11-24T21:12:09+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: