Immobiliare, Fiaip: a Modena lieve ripresa del mercato

Fiap LogoÈ in lieve ripresa il mercato immobiliare di Modena e provincia. A sostenerlo è l’osservatorio immobiliare di Modena e provincia presentato nei giorni scorsi dalla Fiaip. Stando ai dati contenuti nello studio, anche se i prezzi per le città medie nel complesso torneranno positivi solo nel 2017, i dati aggiornati di Nomisma (marzo 2015) indicano un miglioramento a livello locale, in particolare per quanto riguarda i tempi medi di vendita e locazione. Infatti mente nel 2014 erano necessari 14 mesi per portare a termine una compravendita e 3,4 per una locazione, quest’anno i tempi si sono contratti, arrivando rispettivamente a 11,5 e 2,9 mesi.

Per quanto riguarda nello specifico gli affitti, Modena registra una variazione annuale dei canoni pari al -1,1% contro una media (13 città di dimensioni analoghe) del -2,3%; i tempi di vendita sono scesi da 18 a 15 mesi, quelli di locazione da 10 a otto. Soffrono però i capannoni: se per quelli nuovi si riscontra una certa stabilizzazione della domanda, per quelli usati, la riduzione dei prezzi è superiore alla media, con una variazione annuale sul -4,3%. Quello che emerge è che la riduzione dei prezzi immobiliari a livello locale è continuata nel primo semestre del 2014, anche se nel gruppo delle città intermedie, Modena compresa, la frenata risulta meno incisiva: la flessione di abitazioni nuove e usate si ferma rispettivamente a -3,3% e -3,7%, negozi e uffici a -3,7% e -3,8%.

Tra il 2006 e il 2014 nel capoluogo i prezzi hanno fatto registrare una contrazione del 12,1% per le abitazioni usate e del 5,4% per quelle nuove. Osservando le compravendite di immobili residenziali nel modenese, negative tra 2012 e 2013, il confronto tra il primo semestre 2013 e quello del 2014 mostra un +39,1% per il capoluogo e un +9,4% per il resto del territorio, arrivando a un +17,1% per l’intera provincia (+4,5% l’Emilia-Romagna).

Immobiliare, Fiaip: a Modena lieve ripresa del mercato ultima modifica: 2015-04-02T19:45:45+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: