Immobiliare: la consulta Fimaa – Fiaip – Anama si pronuncia il 13 novembre sul caso Homepal

Immobiliare nuda proprietà real estateIl caso Homepal, il portale immobiliare che si propone di intermediare immobili tra privati senza agenzia, sarà analizzato il 13 novembre dalla Consulta interassociativa nazionale dell’intermediazione, composta dalle associazioni rappresentative degli agenti immobiliari italiani FimaaFiaip e Anama.

Già da tempo sotto i riflettori delle tre associazioni di categoria Fimaa, Fiaip e Aanama,il portale Homepal qualifica la propria attività con slogan e campagne pubblicitarie discutibili nei confronti della categoria degli operatori immobiliari, come “un’agenzia senza i costi d’agenzia”, svolgendo nella realtà attività di mediazione con compensi (fee) ad affari conclusi (di fatto provvigioni), senza i requisiti richiesti dalla legge n. 39/1989.

Tra i punti all’ordine del giorno della consulta, il tema dell’incompatibilità professionale alla luce dell’articolo 2 del disegno di legge n. 822 (Legge europea 2018) approvato dal Consiglio dei ministri dello scorso 6 settembre, che ha visto le tre associazioni Fimaa, Fiaip e Anama in audizione, il 23 ottobre scorso, presso la 14esima Commissione politiche dell’Unione europea del Senato presieduta dal senatore Ettore Antonio Licheri.

“L’obiettivo del tavolo di lavoro della Consulta – hanno dichiarato all’unisono i presidenti di Fimaa, Fiaip e Anama – è continuare a concertare azioni comuni per la tutela degli agenti immobiliari italiani, nell’interesse dei fruitori del loro servizio”.

Immobiliare: la consulta Fimaa – Fiaip – Anama si pronuncia il 13 novembre sul caso Homepal ultima modifica: 2018-10-26T12:09:16+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: