Immobiliare, Istat: nel primo semestre 2013 edilizia residenziale in contrazione del 37,2%

Istat LogoNel primo semestre dell’anno appena concluso l’edilizia residenziale ha fatto registrare una “rilevante flessione” rispetto allo stesso periodo del 2012, con un meno 37,2% per le abitazioni e un meno 35,5% per la superficie utile abitabile. L’edilizia non residenziale ha seguito un trend analogo, con una consistente diminuzione con quasi un terzo di superficie in meno rispetto al primo semestre del 2012 (esattamente meno 31,6%). È quanto emerge dagli ultimi dati pubblicati dall’Istat.

Secondo i numeri forniti dall’istituto di statistica, il numero di abitazioni dei nuovi fabbricati residenziali è in forte calo, presentando, nel primo trimestre, una variazione tendenziale del meno 38,2% e nel secondo del meno 36,2%.

Rilevanti sono anche le diminuzioni della superficie utile nel confronto con gli analoghi trimestri del precedente anno: meno 36,6% per il primo trimestre 2013 e meno 34,3% per il secondo.

Nel primo trimestre del 2013, l’edilizia non residenziale ha mostrato una netta contrazione rispetto allo stesso periodo del 2012 a livello di superficie utile abitabile, con un meno 37,3%.

Meno accentuata è la flessione nel secondo trimestre 2013, con un calo della superficie non residenziale pari al 25,6% rispetto allo stesso periodo del 2012.

Immobiliare, Istat: nel primo semestre 2013 edilizia residenziale in contrazione del 37,2% ultima modifica: 2014-01-23T10:20:36+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: