Immobiliare, Ministro Patuanelli apre tavolo sull’edilizia

34

Immobiliare nuda proprietà real estate“Condivido le parole del ministro Patuanelli sulla necessità di mettere in campo tutte le misure necessarie per il rilancio del mercato immobiliare e dell’edilizia”. Così Gian Battista Baccarini, presidente della Fiaip, Federazione italiana agenti immobiliari professionali, parlando del tavolo sull’edilizia convocato per la prima volta dal ministro dello Sviluppo Economico Stefano Patuanelli, occasione nella quale è stato avviato un primo confronto con le associazioni e i sindacati del settore.

“Nello specifico è necessario ridare redditività al settore mediante il riordino della fiscalità immobiliare ed evitando di eliminare, come è stato fatto in questi giorni, la cancellazione di misure volte al sostegno della locazione commerciale – ha aggiunto Baccarini -. Come Fiaip daremo il nostro contributo in termini di proposte concrete e realizzabili”.

“Apprezziamo l’attenzione del ministro Patuanelli per il comparto dell’edilizia e per l’intera filiera dell’immobiliare e la sua volontà di mettere in campo azioni concrete per rilanciare un comparto che rappresenta il 20% del Pil e che dal 2012 a oggi ha visto la perdita di 800.000 posti di lavoro e il fallimento di oltre 180.000 imprese”, ha dichiarato Paolo Righi, presidente di Confassociazioni Immobiliare.

“Il tavolo segna un percorso culturale importante perché conferisce valore al sistema delle costruzioni e all’immobiliare – ha sottolineato Stefano Cianciotta , presidente dell’Osservatorio nazionale sulle infrastrutture di Confassociazioni -. Vorremmo che si affrontasse il tema della riorganizzazione della pubblica amministrazione in chiave di progettazione digitale. In questi anni abbiamo assistito allo svuotamento delle amministrazione tecniche nei dipartimenti della Pubblica Amministrazione, vi è quindi la necessità di ricostruire il sistema della progettazione pubblica anche per questo settore”.