Immobiliare, ricerca Savills Investment Management: “Gli uffici non scompariranno, anzi, le società cominceranno a dare maggiore importanza alla qualità dell’ambiente”

Savills Investment Management LogoI timori che gli uffici non siano più necessari o che lo siano in misura fortemente ridotta a seguito della pandemia sono esagerati e gli investitori dovrebbero continuare a valutare le opportunità che il mercato offre in questo settore. Lo rileva una ricerca condotta da Savills Investment Management (Savills IM), gestore internazionale di investimenti immobiliari.

Gli edifici all’interno dei Cbd, central business district, con ottima accessibilità, con caratteristiche di efficienza e sostenibilità e che offrono servizi di alto livello continueranno a “over-performare”, dice il nuovo rapporto Europeo di Savills IM: “Is the future of work at home or in the office?” (“Il futuro del lavoro è a casa o in ufficio?”).

Sebbene la pandemia abbia dimostrato che il lavoro da casa sia gestibile per un numero maggiore di aziende e professioni rispetto a quanto ipotizzato in precedenza, le ricerche stanno dimostrando che solo una piccola minoranza di lavoratori desidera continuare a lavorare a tempo pieno da casa quando la pandemia sarà terminata. Tali studi individuano una serie di svantaggi del lavoro da casa che sono emersi durante il lockdown.

In particolare, molti lavoratori a casa non hanno a disposizione un adeguato spazio di lavoro, mentre altri trovano difficile bilanciare le responsabilità professionali con la gestione dei figli nello stesso ambiente.

Queste ricerche evidenziano il legame tra produttività e interazioni faccia a faccia che stimolano l’innovazione e le idee, facilitando la diffusione della conoscenza ma soprattutto l’apprendimento e lo sviluppo delle competenze. Savills IM prevede che la crisi comporterà
una maggiore enfasi, da parte delle società, rispetto al tema del well-being e una maggiore spesa per la salute dei dipendenti sul posto di lavoro. Le società cominceranno a dare maggiore importanza alla qualità dell’ambiente d’ufficio, rivedendo i parametri di spazio per
dipendente e introducendo un maggior numero di aree per rilassarsi e socializzare. Gli edifici saranno più smart, dotati di termoscanner, verifiche biometriche, stazioni di igenizzazione e tecnologia touchless.

“Il lockdown ha suscitato molte speculazioni sul fatto che molte persone avrebbero continuato a lavorare da casa una volta superata la crisi – ha sottolineato Andreas Trumpp, head of research, Europa, Savills IM -. La realtà sarà molto più temperata. Non vediamo una forte riduzione della domanda per gli spazi ad uso uffici, ma piuttosto buone opportunità di investimento. Nonostante l’incertezza nel breve periodo, gli uffici (soprattutto nel Cbd) sono il futuro e dovrebbero essere un pilastro di qualsiasi portafoglio diversificato nel lungo termine”.