Immobiliare, Tecnocasa: aumenta la percentuale degli acquirenti che vogliono spendere meno di 120.000 euro

Tecnocasa LogoL’effetto della pandemia inizia a farsi sentire sulla capacità di spesa degli italiani per l’acquisto della casa. Secondo l’ultima analisi dell’ufficio studi del Gruppo Tecnocasa si registra una maggiore prudenza e nonostante il desiderio di acquistare la casa sia sempre vivo, cresce la percentuale di chi vuole destinare a questo acquisto capitali più contenuti.

La maggiore concentrazione della disponibilità di spesa, rileva lo studio di Tecnocasa, si rileva ancora nella fascia più bassa, fino a 119.000 euro (26,3%). Segue con il 23,1% la fascia tra 120 e 169.000 euro e con il 22,0% il range compreso tra 170 a 249.000 euro.

Rispetto alla media delle grandi città si discostano:

Roma e Milano dove la maggioranza delle richieste riguarda immobili dal valore compreso tra 250 e 349.000 euro: 24,4% per Roma e 25,3% per Milano.

Firenze con una maggiore concentrazione nella fascia compresa tra 170 e 249.000 euro, pari al 35,1%.

Bologna e Verona dove incide maggiormente la fascia di spesa compresa tra 120 e 169.ooo euro, rispettivamente con il 30,8% e 31,7%.

Nelle altre grandi città, Bari, Genova, Napoli, Palermo e Torino la disponibilità di spesa resta concentrata nella fascia di spesa inferiore a 120.000 euro.