Immobiliare, Tecnocasa: cala il numero di annualità di stipendio necessarie per comprare casa

Tecnocasa LogoL’Ufficio Studi del Gruppo Tecnocasa ha analizzato quanti anni di stipendio sono necessari per acquistare l’abitazione. A livello nazionale si evince che, ad oggi, servono 6,3 annualità di stipendio, in diminuzione rispetto a quanto rilevato nel 2014 (6,6 annualità).

Tra le grandi città, spiegano gli esperti di Tecnocasa, Bologna vede in un anno un calo di 0,6 annualità (che si attestano a 5,9); anche a Verona c’è stata una diminuzione dello 0,2 arrivando a4,5. Firenze si mantiene invariata con 8,5 annualità, mentre Milano chiude l’anno con un incremento di 0,1, passando a 9,1 annualità di stipendio per comprare casa. A Palermo e Genova ne servono meno: 4 nel capoluogo siciliano e 4,2 nella città della Lanterna. La Capitale è sempre la città in cui serve il maggior numero di annualità (10,6).

Effettuando un confronto a distanza di dieci anni, si evince che a livello nazionale la differenza è stata più consistente, infatti si è passati da 10 annualità nel 2005 a 6,3 nel 2015. In questo lasso temporale Napoli e Bologna sono le città in cui si sono avute le variazioni più consistenti, rispettivamente con 5,3 e 5 annualità in meno. Diminuzione importante anche a Milano che in dieci anni ha visto un calo di 4,4 annualità; Firenze resta in linea con il dato nazionale (-3,7), seguono a ruota Roma, Bari e Genova (-3,6 la Capitale e -3,5 le altre due), mentre Palermo è la città che mantiene più stabili i propri valori (-2 annualità).

CITTÀ Annualità per comprare casa

(2015)

Annualità per comprare casa

(2014)

Annualità per comprare casa

(2005)

Bari 4,7 5,0 8,2
Bologna 5,9 6,5 10,9
Firenze 8,5 8,5 12,2
Genova 4,2 4,5 7,7
Milano 9,1 9,0 13,5
Napoli 7,0 7,4 12,3
Palermo 4,0 4,2 6,0
Roma 10,6 11,0 14,2
Torino 4,7 5,1 7,7
Verona 4,5 4,7 7,1
Nazionale 6,3 6,6 10,0

Fonte: Ufficio Studi Gruppo Tecnocasa

Leggi il comunicato

Immobiliare, Tecnocasa: cala il numero di annualità di stipendio necessarie per comprare casa ultima modifica: 2016-02-16T10:38:13+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: