Immobiliare Usa: ad aprile prezzi su del 12,1%. Maggiore aumento dal 2006

In tutte le metropoli monitorate il costo degli immobili ad uso abitativo è cresciuto e in 12 casi è stato registrato un aumento a due cifre. Fa eccezione solamente Detroit, dove il prezzo del case è diminuito. Exploit invece a San Francisco, con un aumento del 20%.

“La ripresa che abbiamo registrato ad aprile è decisamente più ampia di quanto ci aspettassimo”, ha dichiarato David Blitzer, presidente dell’index committee. “Le dichiarazione rilasciate da Bernanke sulla riduzione delle misure di quantitative easing avevano fatto temere nei giorni scorsi ripercussioni negative per il comparto dei mutui, ripercussioni che avrebbero ovviamente danneggiato il mercato immobiliare. Ma i dati a nostra disposizione indicano che per il momento non si registrano particolari problemi”.

Blitzer ha aggiunto che l’allentamento delle misure per l’accesso al credito stabilito da alcune banche dovrebbe in ogni caso riuscire a contrastare in maniera abbastanza efficace eventuali flessioni dei prestiti immobiliari causati dalle scelte della Federal reserve.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Immobiliare Usa: ad aprile prezzi su del 12,1%. Maggiore aumento dal 2006 ultima modifica: 2013-06-26T10:56:48+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: