Immobiliare Usa, pignoramenti in calo del 16% a giugno

Mortgage 3Negli Stati Uniti il numero di case e appartamenti soggetti a pignoramento è sceso a giugno al livello più basso mai registrato dal 2006. Secondo i dati diffusi nei giorni scorsi da RealtyTrac gli immobili ad uso residenziale per i quali è stata attivata una procedura di confisca sono stati 107.194, con una contrazione del 16% rispetto al mese precedente.

A maggio il prezzo delle case usate (non di nuova costruzione) ha raggiunto il livello più elevato degli ultimi tre anni, con una media di 213.400 dollari. Per Lawrence Yun, capo economista della National association of realtors, questa tendenza è destinata a proseguire nei prossimi mesi, man mano che il tasso di disoccupazione continuerà a calare.

In questo contesto, ha spiegato Daren Blomquist, vice presidente di RealtyTrac, i pignoramenti sono andati riducendosi e attualmente non rappresentano più un problema rilevante per l’economia.

“Il mercato immobiliare si sta muovendo nella giusta direzione e ha fatto registrare una serie di significativi passi avanti”, ha sottolineato Jeff Scafati, economista di Kolko, in un’intervista rilasciata alla stampa specializzata. “Stando così le cose era inevitabile che i pignoramenti diminuissero, specie nelle zone dove la situazione è più dinamica, come la California e l’Arizona”.

Immobiliare Usa, pignoramenti in calo del 16% a giugno ultima modifica: 2014-07-21T16:16:56+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: