Immobiliare Usa, Re/Max: a luglio offerta di case in aumento del 4% rispetto a giugno

Re/Max LogoNegli Stati Uniti l’offerta di case nel mese di luglio è inaspettatamente cresciuta del 4% rispetto a giugno, segnando i primi due mesi di aumenti consecutivi. Allo stesso tempo, gli 1,3 mesi di offerta disponibile hanno stabilito un nuovo minimo nella storia del report Re/Max per il mese di luglio. Le vendite di case, infatti, sono state le terze complessivamente più alte nei 13 anni di storia del report, pur essendo scese dell’8,4% rispetto a giugno, in linea con il normale andamento stagionale. Il prezzo mediano di 331.000 dollari ha subito un calo dell’1,2% rispetto al prezzo record di 335.000 dollari raggiunto a giugno.

“L’aumento mese su mese dell’offerta, sulla scia della tendenza iniziata a giugno, è un’ottima notizia – ha dichiarato Nick Bailey, presidente di Re/Max l.l.c. -. Alcuni acquirenti si sono scoraggiati di fronte ai prezzi elevati, alle aspettative dei venditori, a offerte multiple e all’intensa concorrenza, ma i nuovi immobili immessi sul mercato continuano a vendersi in tempi brevi. Complessivamente la domanda di case rende in mercato estremamente vivace, soprattutto se i tassi d’interesse rimarranno bassi, i prezzi si stabilizzeranno un po’ e sul mercato si riverseranno altri venditori”.

Essendo i confronti anno su anno sfalsati dalla pandemia, le medie registrate nei mesi di giugno-luglio negli anni 2015-2019 rispecchiano più fedelmente gli andamenti tipici di metà estate:
• A luglio, il calo mese su mese dell’1,2% del prezzo medio di vendita è stato inferiore alla media giugno-luglio del 2,2% registrata nel periodo 2015-2019. Rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente, il prezzo medio di vendita è salito del 16,2%.
• L’aumento mese su mese del 4,0% nell’offerta è atipico per questa stagione – e molto lontano dal calo medio dell’1,6% riscontrato in giugno-luglio negli anni 2015-2019. Pur avendo segnato il secondo mese di crescita consecutiva (giugno aveva guadagnato l’1,9% su maggio), l’offerta ha registrato una contrazione del 29,7% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.
• Terzo totale più alto nei 13 anni di storia del report, a luglio 2021 le vendite di case sono scese dell’8,4% – ricalcando quasi alla lettera il calo medio dell’8,2% nel periodo 2015-2019. Rispetto allo stesso mese dell’anno precedente, le vendite sono scese del 3,1%. Gli unici mesi con vendite superiori a quelle di luglio 2021 sono stati giugno 2021 e luglio 2020.

“Negli ultimi 13 mesi ci siamo confrontati con i tre mesi di maggiori attività di vendita mai registrati nei 13 anni del nostro report, un trend che riflette le caratteristiche degli acquirenti di oggi – ha aggiunto Bailey -. Considerati tutti i fattori che attualmente favoriscono i venditori, sono però gli acquirenti a governare questo mercato molto attivo”.

A luglio, i giorni di media sul mercato (23) sono stati 1 in meno rispetto a giugno e 21 in meno dello stesso mese dello scorso anno. A luglio di quest’anno, l’andamento di vendita media mensile è stato identico a quello di giugno 2021, ma notevolmente inferiore a quello di luglio 2020.

TRANSAZIONI CONCLUSE
Nelle 53 aree metropolitane coinvolte nell’indagine condotta da RE/MAX a luglio 2021, il numero medio di immobili venduti è salito del 8,4% rispetto a giugno 2021 e sceso del 3,1% rispetto a luglio 2020. Le aree in cui si sono registrati i trend discendenti delle vendite più significativi su base annua sono state Salt Lake City, UT, con -22,5%, Dallas/Ft. Worth, TX, con -20,8%, e Boise, ID, con -20,3%.

PREZZO MEDIANO DI VENDITA
A luglio 2021 il prezzo mediano di vendita degli immobili venduti nelle 53 aree analizzate è stato di $331.000, in calo dell’1,2% rispetto a giugno 2021 e in aumento del 16,2% rispetto a luglio 2020. Nessuna città ha registrato una diminuzione nel prezzo mediano di vendita rispetto allo stesso mese dell’anno precedente. Delle 53 città, 45 hanno visto un aumento anno su anno a doppia cifra percentuale, le più alte a: Boise, ID con +35,7%, Phoenix, AZ con +28,2% e Augusta, ME con +24,0%.

GIORNI SUL MERCATO – MEDIA DELLE 53 CITTÀ ANALIZZATE
A luglio 2021 la media dei giorni di permanenza sul mercato degli immobili venduti è stata di 23, 1 giorno in meno rispetto alla media di giugno 2021 e 21 giorni in meno rispetto alla media di luglio 2020. I mercati con la media di giorni più bassa sono stati Cincinnati, OH con 9, Nashville, TN con 10 e Omaha, NE con 11. I mercati che hanno registrato la media di giorni più alta sono stati Miami, FL con 76, Des Moines, IA con 75 e New York, NY con 63. I “giorni sul mercato” indicano il numero medio di giorni che intercorrono dalla presa dell’incarico alla firma del contratto.

ANDAMENTO DI VENDITA MEDIA MENSILE
Il numero degli immobili in vendita a luglio 2021 è cresciuto del 4,0% rispetto a giugno 2021 e sceso del 29,7% rispetto a luglio 2020. Basato sugli immobili venduti a luglio 2021, l’andamento di vendita media mensile non ha subito alcuna variazione rispetto a giugno 2021 (1,3 mesi) ed è sceso rispetto ai 2,0 mesi del luglio 2020. Una media di vendita a 6,0 mesi rappresenta un mercato in equilibrio tra acquirenti e venditori. A luglio 2021, delle 53 aree analizzate, nessuna città ha registrato una media maggiore di 6 mesi, tipicamente considerato mercato del compratore. I mercati con la più bassa offerta sono stati: Albuquerque, NM con 0,5, Raleigh-Durham con 0,6, seguiti a pari merito da Indianapolis, IN, Charlotte, NC, e Seattle, WA con 0,7 mesi.