Immobiliare Usa, Re/Max: a maggio vendite in calo del 34%

Re/Max LogoNegli Stati Uniti il mese di maggio, storicamente considerato il secondo mese più forte dell’anno per le vendite immobiliari, ha subito quello che molti ritengono possa essere il peggior impatto della pandemia per il settore immobiliare, con una riduzione delle vendite del 33,7% rispetto allo scorso anno. Secondo l’ultima analisi di Re/Max, tutte le 53 aree analizzate hanno registrato una diminuzione a doppia cifra percentuale:

• In 4 mercati le vendite sono calate più del 50%. Record negativo per Detroit, che scende addirittura del 64,8%.

• 18 mercati hanno registrato una riduzione delle vendite tra un quarto e un terzo.

• Des Moines segna il calo più contenuto: 14,3%.

L’offerta è diminuita del 25% su base annua, raggiungendo uno dei livelli più bassi mai registrati nel mese di maggio nella storia del report Re/Max. Solo Indianapolis (12,7%), Wichita (4,3%) e Chicago (1%) hanno segnato un aumento del numero di immobili in vendita rispetto allo stesso periodo del 2019.

A maggio, secondo mese intero di lockdown per molti Stati americani, le vendite immobiliari sono state le più basse dal 2012, attestandosi su livelli solitamente in linea con le attività di vendita effettuate durante il periodo invernale. Un calo ancora più significativo se si considera che nel triennio 2017-2019 il mese di maggio ha sempre ottenuto dati di vendita tra i più elevati dell’anno, solitamente superati soltanto da giugno, che registra in genere numero di vendite e prezzi medi più alti.

“Non sorprende che le vendite di maggio siano state ridotte, anche a fronte di un’offerta sempre minore. Dobbiamo considerare inoltre che, proprio durante questo mese, si sono manifestati i maggiori effetti negativi della pandemia – ha affermato Adam Contos, ceo di Re/Max Holdings, Inc.-. Tuttavia, le incoraggianti notizie sulla vicina fine del lockdown che circolano a livello locale, hanno permesso a numerosi indicatori del mercato immobiliare statunitense di registrare dati positivi, in alcuni casi anche su base annua. Riteniamo che la stagione delle vendite primaverili sarà da considerarsi rinviata ancora per diverse settimane. Crediamo tuttavia che la consapevolezza della centralità della casa riscoperta durante il lockdown possa giocare un ruolo significativo generando nei prossimi mesi una ripresa della domanda. In assenza di un’altra grande ondata di Coronavirus, i livelli di offerta e il tasso di disoccupazione incideranno sull’andamento del mercato immobiliare per i restanti mesi dell’anno”.

La media di giorni sul mercato registrata per il mese di maggio 2020 è di 46 e l’andamento di vendita media mensile è di 2.5.

TRANSAZIONI CONCLUSE
Nelle 53 aree metropolitane coinvolte nell’indagine condotta da RE/MAX per il mese di maggio 2020, il numero medio degli immobili venduti è diminuito del 3,9% rispetto ad aprile 2020 e del 33,7% rispetto a maggio 2019. Le aree che hanno segnato una riduzione più significativa sono: Des Moines, IA con -14,3%, Little Rock, AR con -15,5%, e Richmond, VA con -15,6%.

PREZZO MEDIANO DI VENDITA
A maggio 2020 il prezzo mediano di vendita degli immobili venduti nelle 53 aree analizzate è stato di $272.000, con una diminuzione del’1% rispetto ad aprile 2020 e un incremento del 4,7% rispetto a maggio 2019. 5 le città hanno registrato un calo del prezzo mediano di vendita, tra cui: Detroit, MI -2,9%, Burlington, VT -1,3%, e Houston, TX -0,7%. Delle 53 città prese in considerazione, tre hanno segnato un aumento a doppia cifra percentuale: Manchester, NH +11,9%, New York, NY +10,8%, e Miami, FL +10,0%.

GIORNI SUL MERCATO – MEDIA DELLE 53 CITTÀ ANALIZZATE
A maggio 2020 la media dei giorni sul mercato degli immobili venduti è stata di 46, lo stesso dato registrato ad aprile 2020 e minore di 2 giorni rispetto a maggio 2019. I mercati con la media di giorni più bassa sono Seattle, WA con 22, Cincinnati, OH con 24, e Nashville, TN con 25. I mercati che hanno segnato la media di giorni più alta sono stati Miami, FL con 103, Des Moines, IA con 96, e Burlington, VT con 91. I “giorni sul mercato” indicano il numero medio di giorni che intercorrono dalla presa dell’incarico alla firma del contratto.

ANDAMENTO DI VENDITA MEDIA MENSILE
Il numero degli immobili in vendita a maggio 2020 è diminuito del 4% rispetto ad aprile 2020 e del 25% rispetto a maggio 2019. L’andamento di vendita media mensile basato sugli immobili venduti a maggio è diminuito a 2.5 mesi rispetto ai 3.7 di aprile 2020 e ai 3.0 di maggio 2019. Una media di vendita a 6.0 mesi rappresenta un mercato in equilibrio tra acquirenti e venditori. Ad aprile 2020, delle 53 aree analizzate, quattro città hanno registrato una media maggiore di 6 mesi, tipicamente considerato mercato del compratore: Indianapolis, IN a 6.4, Miami, FL a 6.9, New Orleans, LA a 6.1, e New York, NY a 9.6. I mercati con la più bassa offerta sono: Albuquerque, NM a 0.9, Omaha, NE a 1.0, e Charlotte, NC, Manchester, NH, con Denver, CO a 1.1.