Immobiliare Usa: vendita di case in crescita del 4,4% su base annua

A novembre negli Stati Uniti la vendita di case è cresciuta del 4,4% rispetto a ottobre, con un incremento in termini assoluti di 377.000 unità. Lo ha reso noto il dipartimento per il Commercio Usa. Si tratta dell’aumento più consistente dall’aprile del 2010, quando le agevolazioni fiscali introdotte dal governo spinsero le vendite ai livelli più alti mai raggiunti nel periodo successivo alla crisi dei mutui subprime.

A sostenere il mercato immobiliare sono una serie di fattori: la diminuzione del numero di disoccupati, il basso livello medio dei tassi dei finanziamenti immobiliari e non da ultimo la riduzione dell’eccesso di offerta di abitazioni: alla fine di novembre il numero di case in vendita era di 149.000, poco più del record minimo di 143.000 toccato ad agosto.

Parallelamente il prezzo degli immobili ad uso abitativo va crescendo. Lo Standard & Poor’s/Case-Shiller national home price index rilasciato la scorsa settimana ha segnato per il mese di ottobre un aumento del 4,3% rispetto al 2011, il maggiore degli ultimi 30 mesi.

Ancora, secondo la National association of realtors le vendite di case precedentemente occupate ha toccato a novembre il picco più alto dal 2009, contribuendo in misura significativa alla ripresa del mercato.

In questo contesto, un report congiunto della National association of home builders e della Wells Fargo ha mostrato che l’indice che misura la fiducia dei costruttori ha raggiunto a dicembre il valore più elevato da sei anni a questa parte. Molte imprese edili sono convinte che il momento più drammatico della crisi sia ormai stato superato e che le prospettive per il futuro siano di un miglioramento lento ma costante.

@RIPRODUZIONE RISERVATA

Immobiliare Usa: vendita di case in crescita del 4,4% su base annua ultima modifica: 2012-12-27T21:15:10+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: