In aumento il business dei reverse mortgage nel mercato canadese

Mentre sempre più canadesi sono prossimi alla pensione, con sempre meno risparmi su cui contare, il reverse mortgage sta diventando un prodotto molto diffuso (Il prestito vitalizio ipotecario è una particolare tipologia di finanziamento senza rate destinato a persone con più di 65 anni di età con un titolo di proprietà su un’immobile residenziale). Un recente articolo apparso sulle pagine del Globe and Mail si è occupato della questione. “Gli anziani oggi vivono più a lungo, spendono di più e risparmiano meno – ha dichiarato al magazine Greg Bandler, senior vice-resident of sales & marketing della HomEquity Bank –. Oggi, gran parte del loro patrimonio è legato alla casa, un bene illiquido. Quello che noi vorremmo è aiutare queste categorie di persone, “sbloccando” i loro immobili per renderli liquidi, in modo che possano contare su una disponibilità finanziaria superiore”.

Il business generato dai consulenti creditizi sui pensionati ha avuto una crescita notevole, come ha precisato Bandler in una recente intervista rilasciata al MortgageBrokerNews.ca. Si tratta di un trend che si è sviluppato negli ultimi tre anni e che ha conosciuto un numero sempre più crescente di volumi, a eccezione del 2Q di quest’anno. Ma il terzo trimestre del 2011 ha confermato la leadership dei consulenti creditizi in questo particolare settore.

“I consulenti creditizi – ha dichiarato Bandler a MortgageBrokerNews.ca – stanno cercando di consolidare e stabilizzare i propri volumi intermediati in questo mercato. In generale, penso che l’intero settore stia traendo un grande beneficio dal lavoro dei consulenti, ma non solo. Infatti, anche gli stessi consulenti hanno avuto la possibilità di crescere professionalmente grazie alla maggior collaborazione con banche e finanziarie e alla più completa preparazione formativa sui prodotti”.

Con i prezzi delle case che stanno trovando una loro stabilità (ma che sono probabilmente destinati a diminuire nei prossimi mesi) molti analisti si stanno chiedendo quale sarà il futuro dei reverse mortgage, se sarà ancora un prodotto appetibile, con la possibilità che numerosi mutuatari vendano le proprie case a un prezzo inferiore rispetto al loro valore. Bandler, tuttavia, come ha ricordato anche ai lettori del Globe and Mail, è convinto che non succederà: se si dovesse vendere a meno rispetto al valore dell’immobile, la HomEquity Bank coprirà la differenza.

“Siamo finanziariamente un Paese piuttosto conservatore – ha dichiarato – e quest’approccio “conservativo” verrà ampiamente rispettato dalla banca”.

Nell’articolo vengono anche posti in evidenza una serie di dati relativi ai mortgage reverse: l’età media dei richiedenti è circa 72 anni, per una durata media del prodotto pari a 12 anni.

In aumento il business dei reverse mortgage nel mercato canadese ultima modifica: 2011-12-05T15:26:02+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: