In ripresa i titoli immobiliari europei. Le previsioni di Fidelity International

Il 2010 sarà un anno migliore per gli investitori in titoli immobiliari europei. I valori si stanno stabilizzando nella maggior parte dei mercati dell’Europa settentrionale e occidentale e gli asset di qualità elevata stanno registrando un aumento nei mercati di Regno Unito, di Francia e di Germania.

Sono queste le previsioni di Fidelity International, importante società di gestione di fondi che gestisce insieme alle sue consociate circa 212 miliardi di dollari per milioni di clienti istituzionali e privati presenti in tutto il mondo.

Nella prima fase del nuovo ciclo immobiliare bisogna però attendersi una andamento a due velocità del mercato: la ripresa degli investimenti nelle principali città dell’Europa occidentale si porrà in netto contrasto con la debolezza della domanda per asset e località di minore importanza, in particolare quelle situate nell’Europa centro-orientale e meridionale. Neil Cable, responsabile del settore Immobili, spiega inoltre che sarà la selezione dei titoli, piuttosto che l’asset allocation, a rappresentare un fattore chiave per gli investitori nel 2010. “Chi punta a trarre vantaggio dalle prime fasi di questo nuovo ciclo dovrà essere in grado di identificare valore a lungo termine, poiché non sarà sufficiente acquistare genericamente in una certa località – afferma Cable -. La scelta del giusto mix quanto a validità della posizione geografica, qualità degli asset e, soprattutto in questo contesto, affidabilità creditizia dei locatari assumerà un’importanza strategica”.

In ripresa i titoli immobiliari europei. Le previsioni di Fidelity International ultima modifica: 2010-02-16T12:24:34+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: