Ing Direct, nuove condizioni del fondo Borsa Protetta Arancio

Rendimento fisso del 4,60% e protezione del capitale pari al 75%. Sono queste le principali novità di Borsa Protetta Arancio, il fondo di Ing Direct nato nell’agosto del 2008 che conta oggi oltre 14.000 sottoscrittori e una raccolta di 170 milioni di euro.

Le certezze
I risparmiatori potranno conoscere in anticipo il proprio rendimento o la perdita massima sostenibile, poiché l’investimento prevede un rendimento fisso del 4,60% e una protezione del capitale pari al 75%. Il funzionamento non cambia: il fondo offre una performance legata all’andamento dell’indice DJEurostoxx50, rappresentativo delle 50 maggiori società appartenenti alla zona euro.
Se dopo un anno la performance dell’indice di riferimento sarà positiva o anche negativa fino al -25%, i clienti potranno beneficiare di un rendimento fisso pari al 4,60%. Se l’indice avrà invece registrato una performance inferiore al -25%, i clienti avranno comunque la protezione del 75% del capitale.

I risultati
La release lanciata ad agosto del 2009 si è conclusa con una performance annua positiva per i clienti del +5,50% (+4,80% al netto della tassazione).

Le opzioni disponibili
Al termine di ogni anno, il cliente ha 3 possibilità di scelta: mantenere l’investimento reinvestendo il capitale e l’eventuale rendimento ottenuto per un ulteriore anno alle nuove condizioni, effettuare un investimento aggiuntivo che verrà sommato al capitale e all’eventuale rendimento ottenuto oppure chiedere il rimborso oppure uscire dall’investimento. Chi desidera disinvestire prima della cadenza annuale può farlo settimanalmente ai valori di mercato.

Quote e tempi di investimento

L’investimento minimo è di 100 euro. La sottoscrizione è consentita durante il periodo dal 4 agosto al 28 ottobre 2010 e avviene attraverso Conto Arancio. Come tutti gli Investimenti Arancio, non prevede spese di entrata e di uscita.

Ing Direct, nuove condizioni del fondo Borsa Protetta Arancio ultima modifica: 2010-09-27T11:58:02+00:00 da Flavio Meloni

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: