Ing Italia: mutui, erogazioni +59% nel 2023. La rete ha superato i 400 professionisti

Ing, logoNel 2023 Ing ha registrato in Italia una crescita costante sia sul fronte retail che su quello wholesale e ha portato a 407 il numero dei professionisti della propria rete, tra agenti in attività finanziaria e financial advisor. In particolare, le erogazioni di nuovi mutui sono aumentare del 59% rispetto al 2022, attestandosi a 2,2 miliardi di euro, e quelle dei prestiti personali sono salite del 13%, per un ammontare di 200 milioni di euro.

L’istituto di credito ha riscontrato un aumento del 6% dell’erogato dei mutui per l’acquisto di immobili ad alta efficienza energetica (classe A e B), che hanno raggiunto l’8% dell’erogato (contro il 2% del 2022).

Per quanto riguarda la raccolta diretta, la banca ha chiuso il 2023 nel complesso con 13,9 miliardi di euro (+7% rispetto all’anno precedente).

Gli altri risultati

È proseguita la crescita delle masse gestite e amministrate, che complessivamente hanno visto un incremento del 33% rispetto all’anno precedente (3,9 miliardi di euro il totale al 31/12/23).

Per quanto riguarda la divisione wholesale banking, Ing ha effettuato 25 operazioni di sustainable finance, tra cui 15 green & sustainable loans e 5 finanziamenti nel settore delle rinnovabili. Collocati anche 5 green e SDG-linked bonds. Il totale dei volumi relativi a operazioni di finanza sostenibile con clienti italiani nel 2023 è stato pari a 3,2 miliardi di euro.

Completa il quadro un Npl ratio, che misura la qualità del portafoglio crediti, pari al 2,06%, in diminuzione rispetto al 2,24% del 2022.

Leadership digitale ed evoluzione cashless in ulteriore progresso

Nel 2023 Ing ha registrato un incremento delle interazioni digitali, operazioni svolte attraverso un qualsiasi canale digitale, pari a 111 milioni, +11% vs 2022, e un maggior utilizzo del mobile banking: sono 751.000 coloro che hanno utilizzato almeno una volta l’app nel 2023, il 7% in più rispetto allo stesso periodo dello scorso anno. In media i clienti accedono 4 volte a settimana alla banca tramite app.

Continua l’evoluzione della banca retail verso il modello cashless, con una crescita importante nei pagamenti digitali, ovvero transazioni tramite carta di pagamento (+9% vs 2022), e una lieve diminuzione dell’uso del contante (prelievi di contante -1,3% vs 2022).

La crescita della rete

La rete di agenti in attività finanziaria e financial advisor è cresciuta di 62 unità nel 2023, arrivando a 407 risorse. Ing Italia ha inoltre inaugurato un nuovo format di negozi finanziari, gli Ing network, attraverso un modello di franchising si rivolge ai liberi professionisti interessati ad accogliere una nuova sfida imprenditoriale. Attualmente sono 19 i punti vendita fisici in Italia.

Benessere aziendale: smart working a superflessibilità

Nel 2023 Ing Italia ha ottenuto la certificazione della parità di genere Uni/Pdr 125:2022, che riconosce la “capacità delle organizzazioni di adottare un approccio sistemico e un cambiamento culturale in grado di creare ambienti di lavoro all’insegna dell’inclusione e della parità”. A tal proposito, l’istituto ha incrementato le presenze femminili nell’executive committee locale passando dal 25% al 38% di donne in posizione di top leadership, con l’ambizione di raggiungere il 50% negli anni a venire.

Ha avuto inoltre un ruolo importante per l’ottenimento della certificazione il modello di smart working a superflessibilità, che garantisce a tutti i dipendenti la massima libertà di scegliere come bilanciare lavoro da remoto e in presenza. L’adozione del modello è stata confermata anche per tutto il 2024.

La banca ha inoltre chiuso il 2023 con 1.197 dipendenti (Ftes), 51 in più rispetto al 2022, con un +4%.