International Care Company presenta il nuovo servizio per la valutazione del rischio relativo alle richieste di cessione del quinto da parte dei pensionati

International Care Company LogoInternational Care Company ha presentato il suo nuovo servizio per la valutazione del rischio relativo alle richieste di cessione del quinto da parte dei pensionati basato su un processo di tele underwriting sia telefonico che in web conference con supporto medico.

International Care Company ha siglato un’intesa con Methis Lab, società specializzata nella gestione di polizze legate ai finanziamenti erogati tramite cessione del quinto, per inserire nella piattaforma QuintoHub già in uso ai più importanti operatori del settore, il nuovo servizio. La piattaforma sviluppata da Methis Lab è pensata per coprire a 360 gradi i flussi relativi alla gestione della cessione del quinto, integrando le diverse necessità di tutti gli attori che ruotano attorno alla proposta, gestione, valutazione e emissione del prodotto.

Il servizio, modulabile per rispondere alle esigenze sia di compagnie di assicurazione e riassicurazione ma in generale di tutti gli attori del mercato che sviluppano attività assicurative connesse alla copertura dei finanziamenti erogati su cessione del quinto, offre un’analisi molto più dettagliata e specifica del profilo di rischio rispetto alle valutazioni realizzate attraverso un semplice questionario cartaceo. Questo è possibile grazie all’introduzione di un modello studiato ad hoc che unisce specifici parametri a un algoritmo personalizzato, permettendo così agli operatori specializzati e ai medici della Centrale Operativa di International Care Company di organizzare e gestire facilmente l’intervista con il richiedente.

“La Cessione del Quinto piace molto agli italiani, dato che questa particolare formula di prestito ha visto erogazioni superiori a 4 miliardi nel primo semestre 2018 e che, stando alle stime, tali finanziamenti dovrebbero aver raggiunto quota 7 miliardi a fine anno – ha sottolineato Gualtiero Ventura, presidente di International Care Company- una richiesta che è cresciuta negli ultimi anni e che presumibilmente continuerà a farlo in futuro deve andare di pari passo con un’analisi sempre più dettagliata del profilo di rischio, che nei casi più specifici e complessi non può limitarsi ad una mera valutazione effettuata spesso tramite un questionario cartaceo. Crediamo invece che un approccio basato su un’intervista in web conference, possa permettere di identificare meglio le caratteristiche distintive di una persona, anche grazie all’analisi visiva e comportamentale, rendendo la valutazione molto più accurata e precisa”.

Inoltre International Care Company, per aiutare gli istituti erogatori nell’obiettivo di fidelizzare i propri clienti e per supportare i pensionati nella gestione della propria salute, ha deciso di offrire gratuitamente a tutti i richiedenti che svolgeranno l’intervista in web conference, due dei suoi servizi più conosciuti: DOC 24, il servizio tramite app che permette di parlare con un medico, anche geriatra, al telefono o in web conference  24 ore su 24  e Medical Passport, la cartella medica online.