Roberto Bassani, direttore generale Auxilia Finance: “Siamo pronti a lanciare un percorso di assistenza dedicato ai nostri clienti”

Bassani, Auxilia FinanceAuxilia Finance compie dieci anni e per festeggiare ha organizzato a Bologna una convention che riunirà tutta la rete, il management e una serie di ospiti prevenienti da diverse realtà. Dei risultati raggiunti nel corso dei due lustri passati e dei progetti in cantiere ne parliamo con Roberto Bassani, diretto generale della società.

Cominciamo dai numeri. Come è andato il primo semestre?
Nel corso dei primi sei mesi dell’anno abbiamo registrato una crescita dell’erogato intorno al 10 per cento. Un risultato di cui siamo certamente soddisfatti.

La vostra rete è in crescita?
Sì, la rete si sta sviluppando e ormai abbiamo raggiunto una diffusione omogenea su tutto il territorio nazionale. Il numero dei collaboratori è aumentato di 140 unità dall’inizio dell’anno, arrivando a 455.

Quali saranno i temi principali della vostra convention?
Ci concentreremo soprattutto sui cambiamenti che il mondo del credito sta conoscendo. Per chi lavora in questo settore è fondamentale avere contezza di questi importanti mutamenti. Per tale ragione abbiamo previsto due tavole rotonde: alla prima, intitolata “Banche e mediatori creditizi, regole creditizie e soddisfazione delle esigenze del cliente nell’era post covid”, parteciperanno alcuni istituti di credito tradizionali, come Bnl, Banco Bpm e Cariparma; la seconda è stata invece pensata per riflettere su un grande interrogativo che tutti si pongono in questo momento, riassunto nel titolo: “Banche, fintech e mediatori creditizi: partner o concorrenti?”. Tra gli ospiti l’amministrato delegato di Credimi, il business strategy developer di Nexi e il sales support e relationship manager di Opyn.

La vostra società ha già attivi alcuni accordi con le fintech…
Sì, abbiamo sottoscritto intese con Credimi, Opyn e Younited Credit. Si tratta di realtà che crescono a doppia cifra, ottengono risultati straordinari e sono destinate a giocare un ruolo sempre più importante nel futuro. Questo però per Auxilia Finance, ci teniamo a sottolinearlo, non significa concentrarsi sulla tecnologia e mettere da parte le persone, ossia i collaboratori. Anzi, è vero esattamente il contrario: guardando in avanti quello che noi vediamo è la necessità sempre più diffusa di consulenti qualificati e preparati in grado di fornire una serie di servizi indispensabili alle persone e alle imprese. Proprio per sottolineare l’importanza che la persona riveste nella nostra organizzazione e secondo la nostra filosofia, tra gli ospiti della convention ci sarà anche Monica Contrafatto, medaglia di bronzo nei 100 metri alle paralimpiadi. Sicuramente la sua esperienza e la sua determinazione possono insegnare qualcosa a tutti noi.

Che progetti avete in cantiere?
Quello su cui ci concentreremo nel prossimo futuro sarà in primo luogo la valorizzazione della figura del consulente creditizio, in un contesto generale in cui il presidio del territorio da parte degli istituti bancari sta conoscendo un significativo ridimensionamento. Accanto a questo stiamo lavorando per offrire un numero sempre più ampio di servizi ai nostri clienti. A questo proposito lanceremo presto un percorso di assistenza che accompagnerà i clienti per l‘intera durata del loro finanziamento, con servizi specifici dedicati e l’offerta di prodotti ad hoc. Da ultimo ci stiamo muovendo per dar vita, insieme alla Fiaip, ad agenzie multiservizio sul territorio, in cui i clienti potranno trovare tutta l’assistenza di cui hanno bisogno, per il settore del credito, per quello immobiliare e per quello assicurativo.