Intesa Sanpaolo presenta a Torino il nuovo modello di filiale

Intesa SanpaoloIntesa Sanpaolo ha presentato i nuovi spazi della filiale di Corso Peschiera, storicamente uno dei punti operativi di maggiori dimensioni del Gruppo nell’area cittadina. I locali, si legge in una nota, sono stati rinnovati in modo profondo, sul modello del nuovo layoutintrodotto dalla Banca a partire da ottobre 2015: 50 le filiali già riorganizzate fino a oggi, 100 entro la fine di quest’anno, 1.000 a regime.

Un cambiamento del luogo fisico che va di pari passo con quello dell’approccio al cliente e che sta riguardando sia le grandi città, sia le piccole realtà.

Alla presentazione sono intervenuti Carlo Messina, consigliere delegato e ceo del Gruppo Intesa Sanpaolo, Stefano Barrese, responsabile Divisione Banca dei Territori, Vittorio Meloni, direttore relazioni esterne e Cristina Balbo, direttore regionale Piemonte, Valle d’Aosta e Liguria.

Il nuovo modello di filiale nasce dall’ascolto delle proposte dei clienti e del personale della Banca. Condivisione di storie e di valori, coinvolgimento del territorio, accoglienza, flessibilità e modularità, sono le parole chiave di questa vera e propria rivoluzione degli spazi, che dà seguito alla formula di successo sviluppata in Expo Milano 2015, dove Intesa Sanpaolo nel proprio padiglione The Waterstone ha dato voce alle eccellenze italiane nell’imprenditoria, nell’arte e nella cultura.

Fra nuovi concept e tecnologie le filiali perdono la connotazione di “sportello” per le transazioni, per diventare sempre più un luogo “familiare”, accogliente, adatto al dialogo, all’incontro, alla comunicazione e al lavoro. Un’officina di idee, in cui la Banca vive il territorio e dove è possibile dar vita a confronti ed eventi destinati alle famiglie, agli imprenditori e ai professionisti, alle start up, ai giovani e organizzare attività anche di carattere culturale, artistico e sociale.

Il progetto di restyling delle filiali è sinergico con l’evoluzione dei canali digitali, sempre più prevalenti rispetto a quelli tradizionali (sono oltre 4 milioni i clienti che operano in multicanalità; nel 2015 il volume delle transazioni sui canali diretti ha segnato una crescita del 42%). Intesa Sanpaolo punta sulla qualità del servizio e della relazione umana e considera la filiale un tesoro di esperienze e di contatto con il cliente, destinandole quindi un ruolo centrale nell’offerta di consulenza per accompagnare i clienti nelle scelte più importanti. L’agenzia sarà sempre più un luogo stabile di relazione, integrato con gli altri touch point messi a disposizione dei clienti.

La nuova filiale di Corso Peschiera

Nei locali di Corso Peschiera sono occupate in tutto 46 persone in un ambiente di circa 1.650 mq, di cui 250 mq riservati alla filiale Intesa Sanpaolo Private Banking. Rispetto al precedente allestimento, è stato possibile recuperare uno spazio pari a circa il 20% della superficie totale, che può ora essere destinato ad accogliere nuove attività e servizi per i clienti.

L’ingresso della filiale è interamente vetrato e senza barriere architettoniche. Gli interni sono ben visibili dall’esterno, grazie alla realizzazione di ben undici vetrine tipo facciata continua, che assicurano la massima trasparenza e consentono di comunicare ai passanti le soluzioni e i servizi offerti dalla Banca, invitandoli a entrare.

La filiale si sviluppa su tre piani. Il primo spazio che si incontra entrando è l’area accoglienza, punto di primo contatto con i clienti e di orientamento verso i servizi richiesti. Gli operatori, supportati anche dalle nuove tecnologie, aiutano il cliente a indirizzarsi verso i servizi desiderati, dalla consulenza specialistica fino all’uso delle casse self e gestiscono anche l’organizzazione dei nuovi appuntamenti.

Il fulcro della filiale è la “piazza”, un’area condivisa pensata per lo scambio di idee ed esperienze e per dare ospitalità a eventi e momenti d’incontro con clienti e non clienti. Al centro si trova un grande tavolo di legno grezzo, tutto intorno ci sono librerie, divani e poltrone. Vicino a questo spazio si sviluppano le casse, due tradizionali e due casse self assistite abilitate anche ai versamenti e ad altre operazioni di incasso e pagamento, sette salotti per gli appuntamenti che richiedono una certa riservatezza (low privacy) e lo spazio di Intesa Sanpaolo Casa, l’agenzia immobiliare del Gruppo.

Salendo al primo piano si trovano, fra l’altro, otto salotti che assicurano a clienti e gestori una totale riservatezza durante gli incontri di consulenza (high privacy); in alcuni di essi è presente un videowall adiacente al tavolo, da utilizzare come secondo schermo durante l’incontro con il cliente. Sempre su questo piano ci sono uno spazio per il co-working e i locali riservati alla filiale Private.

Al piano interrato si trova un ulteriore spazio per il co-working di Intesa Sanpaolo Casa.

La tecnologia è una presenza costante: l’area esterna delle casse self, accessibile h24, ospita due sportelli automatici evoluti e uno sportello automatico solo per i prelievi. Nei locali interni sono disponibili per i clienti connessione wi-fi, lockers per gli acquisti e-commerce, tablet.

Nella ristrutturazione sono stati utilizzati materiali semplici, con un’attenzione particolare al loro valore ecologico.

Gli orari sono prolungati fino a sera e il sabato mattina.

La presentazione del nuovo layout si è inserita in un più ampio programma di eventi che, nel corso della giornata, animeranno gli spazi della filiale Intesa Sanpaolo di Corso Peschiera, proprio per invitare il territorio a conoscere meglio la nuova idea di banca: dalle 16 alle 18 un incontro dedicato alle start up e al tema dell’innovazione, organizzato da StartupItalia! in collaborazione con l’Innovation Center Intesa Sanpaolo; dalle 19 alle 20.30, la performance musicale degli Arcote Project, evento legato alla partnership di Intesa Sanpaolo con il Torino Jazz Festival. Per tutto il giorno e fino al 29 aprile, nei locali della filiale saranno esposte quattro opere in bronzo dedicate al jazz realizzate dallo scultore torinese Mario Giansone, come anteprima della mostra “Giansone – L’armonia Nascosta”, allestita dal 21 aprile al 25
maggio presso il Teatro di Palazzo Saluzzo Paesana con il sostegno di Intesa Sanpaolo. Tra l’altro, la banca a breve acquisirà un nucleo di opere di Giansone, che andrà ad arricchire le collezioni d’arte del gruppo.

Intesa Sanpaolo presenta a Torino il nuovo modello di filiale ultima modifica: 2016-04-14T19:55:49+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: