Intesa Sanpaolo, utili per 503 milioni nel primo trimestre

intesaIl consiglio di gestione di Intesa Sanpaolo ha approvato il resoconto intermedio consolidato al 31 marzo 2014, chiuso con un utile netto di 503 milioni di euro (+64,4% a/a), il più elevato degli ultimi otto trimestri.

“Il Gruppo – si legge in una nota dell’istituto – nel primo trimestre 2014 ha registrato un significativo miglioramento della redditività, nonostante il permanere di un contesto di mercato difficile, continuando ad attuare una politica di rafforzamento dello stato patrimoniale e di accantonamenti rigorosi e prudenziali pur in presenza di un miglioramento nel trend del credito”.

Più in dettaglio, per quanto riguarda il conto economico, Intesa Sanpaolo ha totalizzato proventi operativi netti pari a 4.108 milioni di euro (invariati rispetto al primo trimestre 2013 ma +4,5% trim/trim), con gliinteressi netti a quota 2.100 milioni (+4,1% a/a e +3,3% trim/trim) e le commissioni nette a 1.584 milioni (+8,3% a/a, -2,2% trim/trim), laddove nel confronto su base annuale spicca soprattutto il +22,9% delle commissioni da attività di gestione, intermediazione e consulenza. Il risultato dell’attività di negoziazione è pari invece a 151 milioni di euro rispetto ai 69 milioni del quarto trimestre 2013 e ai 454 milioni del primo trimestre 2013 (-66,7% a/a), mentre il risultato dell’attività assicurativa ammonta a 251 milioni rispetto ai 142 del quarto trimestre 2013 e ai 230 del primo trimestre 2013 (+9,1% a/a).

Gli oneri operativi ammontano a 2.086 milioni di euro (+0,1% a/a e -4,7% trim/trim), con le spese del personale in crescita (1.273 milioni, +1% a/a e +6,6% trim/trim) e le spese amministrative in calo (650 milioni,-1,2% a/a e -19,4% trim/trim) così come gli ammortamenti (163 milioni, -1,2% a/a e -13,3% trim/trim).

Il risultato della gestione operativa è quindi di 2.022 milioni di euro (in linea con i 2.025 milioni del primo trimestre 2013 ma +16% trim/trim), con un cost/income ratio al 50,8% rispetto al 50,7% di un anno fa e al 55,7% del quarto trimestre 2013.

Infine il complesso degli accantonamenti e delle rettifiche di valore nette è pari a 1.144 milioni di euro, rispetto ai 3.517 milioni del quarto trimestre 2013 e ai 1.252 milioni del primo trimestre 2013. In particolare le rettifiche nette su crediti sono pari a 1.077 milioni, rispetto ai 3.098 milioni del quarto trimestre 2013 e ai 1.158 milioni del primo trimestre 2013 (-7,0% a/a).

Impieghi in calo, bene la raccolta indiretta

Per quanto riguarda le grandezze patrimoniali, i crediti verso la clientela sono pari a 339 miliardi di euro (-8,7% a/a e -1,4% trim/trim). Il complesso dei crediti deteriorati ammonta – al netto delle rettifiche di valore – a 31.160 milioni di euro (+0,6% trim/trim) e in quest’ambito i crediti in sofferenza crescono a 13.187 milioni di euro rispetto agli 12.899 milioni del 31 dicembre 2013, con un’incidenza sui crediti complessivi pari al 3,9% (3,8% al 31 dicembre 2013) e un grado di copertura del 62,9% (62,5% a fine 2013).
Le attività finanziarie della clientela risultano pari a 816 miliardi di euro (+2,9% a/a e +1,6% trim/trim). Laraccolta diretta bancaria ammonta a 372 miliardi (-1,9% a/a, in linea con il 31 dicembre 2013) mentre laraccolta indiretta totalizza 443 miliardi ( +7,1% a/a e +2,9% trim/trim). L’ammontare di risparmio gestitoraggiunge i 270 miliardi (+12,7% a/a e +4,4% trim/trim). La raccolta amministrata infine è pari a 173 miliardi (-0,5% a/a, +0,6% trim/trim).

Quanto ai coefficienti patrimoniali – calcolati applicando le regole di Basilea 3 secondo i criteri transitori in vigore per il 2014 – il common equity ratio risulta pari al 12,2% (11,9% pro-forma al 31 dicembre 2013), il tier 1 ratio è al 12,6% (12,3% pro-forma a fine 2013) e il coefficiente patrimoniale totale è al 15,3% (15,1% pro-forma a fine 2013). Infine la stima del common equity ratio pro-forma del Gruppo secondo i criteri Basilea 3 a regime è pari al 12,6% (12,3% al 31 dicembre 2013).

Intesa Sanpaolo, utili per 503 milioni nel primo trimestre ultima modifica: 2014-05-27T10:11:17+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: