Istat, a febbraio crescita dei salari al minimo storico dal 1982. Occupati in crescita dell’1,3%

Istat LogoA febbraio le retribuzioni contrattuali orarie hanno segnato un nuovo minimo storico, salendo di appena lo 0,3% su base annua: l’incremento più basso dal 1982. È quanto emerge dai dati aggiornati dell’Istat, secondo cui invece i prezzi sono saliti dell’1,6%: una velocità cinque volte superiore a quella dei salari.

Su base annua, a febbraio si conferma la tendenza all’aumento del numero di occupati (+1,3%, pari a +294 mila). La crescita, rileva l’Istat, riguarda sia i lavoratori dipendenti (+280 mila, di cui +178 mila a termine e +102 mila permanenti) sia in misura più contenuta gli indipendenti (+14 mila). Aumenta il numero di occupati per entrambe le componenti di genere; la crescita è particolarmente accentuata tra gli ultracinquantenni (+402 mila) e in misura più contenuta tra i giovani 15-24enni (+15 mila). Nello stesso periodo calano sia i disoccupati (-0,6%, pari a -18 mila) sia gli inattivi (-2,7%, pari a -380 mila).

Al netto dell’effetto della componente demografica, su base annua, cresce l’incidenza degli occupati sulla popolazione in tutte le classi di età e si conferma il ruolo predominante degli ultracinquantenni nello spiegare la crescita occupazionale, anche per effetto dell’aumento dell’età pensionabile.

Istat, a febbraio crescita dei salari al minimo storico dal 1982. Occupati in crescita dell’1,3% ultima modifica: 2017-04-03T11:48:20+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: