Itas ha sottoscritto i Principi per l’investimento responsabile delle Nazioni Unite

Itas LogoIl Gruppo Itas Assicurazioni ha sottoscritto i Principi per l’investimento responsabile (Pri) patrocinati dalle Nazioni Unite.

I Pri, spiega una nota, sono riconosciuti internazionalmente come standard di mercato per una finanza sostenibile. In qualità di sottoscrittore, Itas entra a far parte di un network globale all’interno del quale potersi confrontare con le best-practices vigenti assieme ad altri 2.000 sottoscrittori; tra questi si annoverano i più grandi player di mercato per un totale di oltre 80 mila miliardi di dollari di asset gestiti globalmente. Itas riconferma il suo essere Mutua in ambito finanziario attraverso l’integrazione di considerazioni Esg (Environmental, sSocial e di governance) all’interno della gestione di portafoglio e delle scelte di investimento.

Grazie a un’analisi a tutto tondo, che comprenda anche fattori non strettamente finanziari, Itas acquisisce un ulteriore strumento di gestione del rischio in una prospettiva di medio-lungo termine. Ciò si traduce in un consolidamento del valore di portafoglio a tutto vantaggio del socio assicurato e della comunità in cui il gruppo opera.

I sei Principi per l’investimento responsabile sono:

  1. Integrare le tematiche Esg nell’analisi e nei processi decisionali riguardanti gli investimenti.
  2. Essere azionisti attivi e incorporare le tematiche Esg nelle nostre politiche e nelle nostre pratiche di azionariato attivo.
  3. Chiedere un’adeguata comunicazione relativamente alle tematiche Esg da parte degli enti nei quali investiamo.
  4. Promuovere l’accettazione e l’applicazione dei Principi nel settore finanziario.
  5. Collaborare per migliorare la nostra efficacia nell’applicazione dei principi.
  6. Comunicare le nostre attività e i progressi compiuti nell’applicazione dei principi.

Itas intende declinare il proprio essere mutua anche quando opera nei mercati finanziari – ha sottolineato Raffaele Agrusti, amministratore delegato e direttore generale di Itas Mutua –. La ricerca della creazione di un maggior valore sostenibile per il socio assicurato passa oggi attraverso l’integrazione nella gestione degli investimenti di valutazioni che vanno oltre alle metriche di mercato tradizionali. La sottoscrizione dei Pri è dunque un passaggio naturale che incastona l’impegno di Itas all’interno di un network globale di attori di mercato di alto profilo con i quali condividere la propria storia mutualistica“.

L’integrazione di considerazioni Esg all’interno della valutazione degli investimenti, sta diventando una pratica sempre più presente nei mercati finanziari – ha aggiunto Andrea Milanesi, group chief investment officer –. Parallelamente i nostri soci assicurati e le nuove generazioni sono sempre più attenti alle tematiche Esg. Attraverso l’analisi della sostenibilità degli investimenti, Itas punta a creare un maggior valore per il socio assicurato, grazie a una gestione attiva e sostenibile del rischio di portafoglio che risponde anche alle sfide ambientali e sociali sempre più incalzanti e globali; il nostro Gruppo, mettendo a frutto la propria natura mutualistica e le competenze finanziarie punta a fare la propria parte“.