Ivass: nel 2017 la raccolta premi è stata concentrata soprattutto nel Centro-Nord

Ivass assicurazioni LogoNel corso del 2017 la concentrazione dei premi assicurativi è stata maggiore nel Centro-Nord, che ha assorbito l’80% del totale); il Nord da solo ne ha realizzati da il 60% circa. È quanto emerge dai dati pubblicati dall’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Ivass).

Secondo i dati Ivass la complessiva riduzione dei premi contabilizzati nel 2017 è principalmente dovuta al calo del settore vita nel Centro-Nord (-5,5% nel Centro, -5,8 nel Nord), solo in parte compensato dall’aumento nel Sud (+2,4%) e nelle Isole (+7,8%). Considerando la raccolta del settore vita nelle singole province, la spesa assicurativa pro capite (indicatore statistico che misura la “densità assicurativa”, calcolato sull’intera popolazione residente nella provincia) più elevata (oltre i 2.400 euro pro capite) è localizzata a Trieste, Milano, Parma e Piacenza; le 7 province sotto gli 800 euro pro capite sono nelle Isole (6) e nel Sud (1).

La raccolta complessiva danni segna nel Centro-Sud un livello pari all’anno precedente (nonostante il calo della r.c. auto e natanti) mentre si assiste a un incremento nel Nord (+2,4%, in particolare nei rami diversi dalla r.c. auto e natanti) e al calo nelle Isole (-1,8%).

Nei rami r.c. auto e natanti, la contrazione della raccolta (-2,2% rispetto al 2016) è meno marcata al Nord (-0,9%) e più accentuata nel resto del Paese (-3,2% nel Sud, -3,7% nelle Isole e -2,7% nel Centro).

Ivass: nel 2017 la raccolta premi è stata concentrata soprattutto nel Centro-Nord ultima modifica: 2018-10-19T14:49:17+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: