Ivass, a fine 2018 la raccolta premi nel comparto property è di circa 5,4 miliardi di euro

20

Ivass LogoL’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Ivass) ha pubblicato il 1° Bollettino Statistico dedicato esclusivamente all’attività assicurativa nel comparto “property”, costituito dai rami Incendio-Elementi naturali e Altri danni, e nel ramo Responsabilità civile generale.

Questa pubblicazione prende in esame gli anni dal 2013 al 2018. Successivamente avrà cadenza annuale.

A fine 2018, la raccolta premi nel comparto property è di circa 5,4 miliardi di euro, in aumento del 9,3% rispetto al 2013, e rappresenta poco più del 16% di quella totale del ramo danni.

La raccolta nel ramo responsabilità civile è in crescita più contenuta (6,1%) nel periodo analizzato e raggiunge poco più di 3 miliardi di euro nel 2018 (9% del totale della raccolta danni).

Di seguito i più importanti dati a dicembre 2018:

Ramo Incendio ed elementi naturali:

  • l’utile è di 36 milioni di euro; il ramo è nuovamente tornato a risultati positivi dopo la perdita di 61 milioni di euro registrata nel 2017;
  • il premio medio per unità di rischio assicurata, al netto degli oneri fiscali e parafiscali, è di 139

Ramo Altri danni ai beni:

  • il risultato è negativo per 156 milioni di euro, in deciso peggioramento sul 2017 che aveva registrato una perdita di 78 milioni di euro;
  • il premio medio per unità di rischio, al netto degli oneri fiscali e parafiscali, è pari a circa 158 euro, in calo in termini reali del 2,9% rispetto all’anno precedente e del 2,8% rispetto al 2013.

Ramo Responsabilità civile generale

  • l’utile è di 1 miliardo di euro, in crescita del +14% rispetto al 2017. Il ramo registra risultati positivi a partire dal 2014;
  • il premio medio per unità di rischio assicurata, al netto degli oneri fiscali e parafiscali, è di 153 euro circa, in termini reali in calo del 3,8% sul 2017 e del 6,3% sul 2013.