Ivass, a settembre 12 intermediari colpiti da sanzioni amministrative

Ivass LogoNel mese di settembre sono stati in tutto 12 gli intermediari e le società di intermediazione oggetto delle sanzioni amministrative pecuniarie fino a 177.000 euro da parte dell’Ivass, come emerge dall’ultimo bollettino dell’istituto.

Nel dettaglio:

  • L’ordinanza prot. n. 109261/15 del 2 settembre ha disposto 40.000 Euro di sanzione a carico di Luciano Aparo per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale e mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati;
  • 5.000 Euro di sanzione a Maura Bettinelli, alla quale l’Istituto ha contestato – attraverso l’ordinanza prot. n. 120484/15 del 22 settembre – il mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in quattro occasioni e il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • Rosa Nazzarino è stata sanzionata con 102.000 Euro per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 46 occasioni e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (Ordinanza prot. n. 121476/15 del 23 settembre);
  • Sanzione da 27.000 Euro a carico di Alberto Righetti per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 17 occasioni e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (Ordinanza prot. n. 122066/15 del 24 settembre);
  • Sempre il mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati (in 26 occasioni) ed il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale sono le violazioni contestate a Davide Lastrucci (36.000 Euro di sanzione) attraverso l’ordinanza prot. IVASS n. 122069/15 del 24 settembre;
  • Mano pesante dell’Istituto nei confronti di Nicola Degiovannini, sanzionato con 177.000 Euro (Ordinanza prot. n. 122071/15 del 24 settembre) per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 177 occasioni;
  • L’ordinanza prot. n. 122073/15 del 24 settembre ha disposto 31.000 Euro di sanzione a carico di Paolo Piras per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in 21 occasioni e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • 20.000 Euro di sanzione a Best Broker s.r.l. (in persona del legale rappresentante Alberto Beltramini) per mancata ottemperanza nei termini alle richieste dell’Istituto (Ordinanza prot. n. 122076/15 del 24 settembre);
  • Assinet s.r.l. è stata sanzionata con 5.500 Euro per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (Ordinanza prot. n. 124759/15 del 29 settembre);
  • Sanzione da 3.000 Euro per Gabriele Gregorio, al quale l’Istituto ha contestato – attraverso l’ordinanza prot. n. 124760/15 del 29 settembre – il mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati;
  • L’ordinanza prot. n. 124761/15 del 29 settembre ha disposto 5.000 Euro di sanzione nei confronti di Giuseppe Cardillo per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in quattro occasioni e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • 1.000 Euro di sanzione, infine, a carico di CISAL SS.AA.FF. s.r.l. per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (Ordinanza prot. n. 124811/15 del 29 settembre).

L’importo totale delle sanzioni supera i 450.000 euro.

Ivass, a settembre 12 intermediari colpiti da sanzioni amministrative ultima modifica: 2015-11-04T12:45:13+00:00 da Redazione

Print Friendly
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: