Ivass, Cig Pannónia: l’autorità di vigilanza ungherese vieta la vendita in italia di polizze fideiussorie e l’estensione di quelle esistenti

72

Ivass LogoFacendo seguito al comunicato stampa del 5 luglio 2019, l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Ivass) ha diffuso aggiornamenti sull’impresa ungherese Cig Pannónia Első Magyar Általános Biztosító Zrt, impresa assicurativa con sede legale in Ungheria (Flórián tér 1, 1033 Budapest, Ungheria), sottoposta alla vigilanza dell’Autorità ungherese e abilitata ad operare in Italia, in regime di libera prestazione di servizi (senza sede stabile), in alcuni rami danni tra cui anche il ramo 15 – Cauzione (nell’ambito del quale rientra il rilascio delle polizze fideiussorie).

Come risulta anche dalle notizie pubblicate sul sito della società capogruppo Cig Pannónia Life Insurance Plc (https://www.cigpannonia.hu/en/about-us/news-details):

  • l’Autorità Ungherese Magyar Nemzerti Bank – MNB – con provvedimento del 22 ottobre 2019, ha vietato a Cig Pannόnia Elsό Magyar Általános Biztosítό Zrt (di seguito CIG) la vendita in Italia di nuove polizze fideiussorie e l’estensione di quelle già esistenti;
  • Cig ha registrato un decremento dei requisiti patrimoniali a causa dell’aumentata esposizione ai rischi nel mercato italiano e alla mancanza di copertura riassicurativa, dovuta a contratti di riassicurazione risultati contraffatti;
  • Mnb ha chiesto a Cig un piano di risanamento finanziario da presentare entro il 4 gennaio 2020.

Per ogni assistenza è possibile rivolgersi al contact center consumatori Ivass, numero verde 800-486661 dal lunedì al venerdì dalle 8:30 alle 14:30.