Ivass, nel 2016 premi nel segmento r.c. auto e natanti in calo del 4,9%

Ivass assicurazioni LogoNel corso del 2016 sono stati raccolti 13.526 milioni di euro di premi assicurativi nel segmento r.c. auto e natanti, un valore in calo del 4,9% rispetto al 2015. È quanto emerge dagli ultimi dati pubblicati dall’Ivass.

I dati dell’istituto mostrano che, sempre nel 2016, il numero di imprese che raccolgono premi (43) è in diminuzione (erano 47 nel 2015); la raccolta premi di 7 imprese è superiore a 500 milioni di euro; risultano assicurati 38.777.518 veicoli (+1% rispetto al 2015); il risarcimento medio per i sinistri accaduti nel 2016 è di 2.476 euro (2.457 euro nel 2015); la frequenza sinistri risulta pari a 6,2% (6,1% nel 2015); l’utile tecnico (695 milioni di euro) è in contrazione (–52%) rispetto all’esercizio 2015.

Per quanto riguarda il segmento corpo veicoli terrestri (garanzie non obbligatorie del ramo auto relative a rischi, quali furto, incendio e altro, non coperti dalla garanzia obbligatoria r.c. auto, 16% dei premi del comparto, i dati Ivass mostrano che sono stati raccolti 2.634 milioni di euro di premi (+7,3% rispetto al 2015); che diminuisce il numero di imprese che raccolgono premi (49, erano 52 nel 2015); che il risarcimento medio per i sinistri accaduti nel 2016 è di 1.367 euro (1.337 euro nel 2015) e che anche l’utile tecnico di questo segmento (235 milioni di euro) è in contrazione (–11%) rispetto all’esercizio 2015.

Ivass, nel 2016 premi nel segmento r.c. auto e natanti in calo del 4,9% ultima modifica: 2017-12-28T15:14:36+00:00 da Redazione

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: