Ivass: property, raccolta premi su del 17% nel 2020

Ivass LogoLa raccolta premi del comparto property, costituito dai rami incendio ed elementi naturali e altri danni ai beni, si è attestata a 5,7 miliardi di euro nel 2020, arrivando a rappresentare il 17,1% di quella totale del ramo danni (16,4% nel 2019). È il bilancio tracciato dal Bollettino Statistico dell’attività assicurativa nel comparto property, diffuso oggi dall’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Ivass).

Il report sottolinea come, la raccolta nel ramo responsabilità civile generale, nel quale il property è ricompreso, ha raggiunto nel 2020 poco più di 3,3 miliardi di euro, pari al 9,8% del totale della raccolta danni (9,3% nel 2019).

Di seguito i principali dati del 2020.

Ramo incendio ed elementi naturali

  • Il risultato tecnico si attesta a -174 milioni, registrando un lieve miglioramento rispetto al 2019 (-200 milioni);
  • il premio medio per unità di rischio assicurata, al netto degli oneri fiscali e parafiscali, è di 140,1 euro, sostanzialmente invariato rispetto ai 139,6 euro all’anno precedente.

Ramo altri danni ai beni

  • Si registra una perdita di -41 milioni di euro, in miglioramento rispetto alla perdita di -101 milioni del 2019;
  • il premio medio per unità di rischio, al netto degli oneri fiscali e parafiscali, è di circa 157,6 euro, in diminuzione dell’1,7% rispetto all’anno precedente.

Ramo responsabilità civile generale

  • Il ramo è in utile per il settimo anno consecutivo con un risultato tecnico di 851 milioni di euro, inferiore del 29% rispetto al 2019;
  • il premio medio per unità di rischio assicurata, al netto degli oneri fiscali e parafiscali, è di 157,4 euro circa, in diminuzione del 2% rispetto al 2019.