Ivass: reclami alle compagnie di assicurazione diminuiti del 5,3% nel I semestre 2020

Ivass LogoNel primo semestre del 2020 le imprese di assicurazione italiane ed estere operanti in Italia hanno ricevuto dai consumatori 47.048 reclami, in diminuzione del 5,3% rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente. Lo ha annunciato oggi l’Istituto per la vigilanza sulle assicurazioni (Ivass), precisando che le imprese italiane hanno ricevuto 41.161 reclami mentre quelle Ue ne hanno ricevuti 5.887.

Il 44,2% dei reclami (20.788) ha interessato l’r.c. auto, il 36,8% (17.298) gli altri rami danni e il 19% (8.962) i rami vita. Il 46% dei reclami ricevuti dalle imprese italiane riguarda l’r.c. auto e risulta in calo del 7.2% rispetto al 2019. Per le imprese estere, invece, il 51% dei reclami interessa i rami danni diversi dalla r.c.auto e in particolare: polizze salute, polizze viaggi, r.c. professionale.

Quanto agli esiti dei reclami, il 27,5% è stato accolto, l’8,7% è stato oggetto di transazione, il 51,8% respinto mentre Il restante 12% era in fase istruttoria alla fine del semestre.

Dall’analisi svolta su un significativo campione di imprese per capire l’impatto dell’emergenza epidemiologica sui reclami e sulla loro gestione, è emerso che la maggioranza delle imprese ha avviato il monitoraggio degli esposti collegati all’emergenza sanitaria e si è attrezzata, sul piano organizzativo, per consentire l’operatività delle strutture da remoto e garantire continuità dei servizi e attenzione alle esigenze della clientela”, ha dichiarato in una nota stampa l’Ivass.

La documentazione completa può essere consultata nella sezione reclami sul sito dell’Ivass. Le tabelle sono interattive e permettono di effettuare comparazioni fra i vari operatori.