La Bank of England non tocca i tassi

Bank of England
La sede della Bank of England

Come ampiamente previsto la Bank of England ha reso noto che il Monetary policy committee ha stabilito di lasciare invariati i tassi d’interesse allo 0,5% e i continuare il suo programma di acquisto di asset, per un importo di 375 miliardi di sterline, per fornire sostegno all’economia nazionale.

Nell’Inflation report pubblicato a metà mese la BoE ha confermato la propria intenzione di cominciare ad alzare i tassi a metà 2016, anche se al momento ha una visione meno ottimistica dell’economia della Gran Bretagna.

L’Istituto di Threadneedle Street ha sottolineato che l’economia britannica è solida, anche se nei prossimi tre anni crescerà meno di quanto stimato in precedenza a causa di un calo della capacità di produrre beni e servizi.

L’inflazione, attualmente vicina allo zero, dovrebbe accelerare nella seconda parte dell’anno grazie all’attenuamento del crollo dei prezzi energetici e ad una contestuale ripresa dei prezzi interni.

Il target del 2%, comunque, non sarà avvicinato prima di inizio 2017 cosa che, spiega la Bank of England, fa presupporre tassi all’attuale livello (ai minimi degli ultimi 300 anni) per oltre un anno.