La Bce non tocca i tassi. Nuove stime sulla crescita “in linea con le precedenti”

Bce

L’Eurotower di Francoforte, sede della Banca centrale europea

Nella riunione odierna il consiglio direttivo della Banca centrale europea ha deciso di lasciare invariati i tassi di interesse sulle operazioni di rifinanziamento principali, sulle operazioni di rifinanziamento marginale e sui depositi presso la banca centrale rispettivamente allo 0,05%, allo 0,30% e al meno 0,20%.

Nel corso della conferenza stampa successiva alla decisione sui tassi il governatore Mario Draghi ha sottolineato che il programma d’acquisto di titoli di Stato da 60 miliardi al mese “sta procedendo bene”, confermando che il quantitative easing durerà fino a settembre 2016 o comunque finché non si avranno risultati sulla dinamica dei prezzi, che la Bce vuole riportare vicino al più 2%.

Quanto alle stime sulla crescita dell’Eurozona, Draghi ha spiegato che al momento sono “sostanzialmente in linea con le precedenti”: 1,5% per l’anno in corso, 1,9 per il 2016 e 2% per il 2017

Infine l’Eurotower ha alzato allo 0,3% la stima d’inflazione nell’Area Euro per il 2015, lasciando invariate quelle per il 2016 e 2017 rispettivamente all’1,5% e all’1,8%.

La Bce non tocca i tassi. Nuove stime sulla crescita “in linea con le precedenti” ultima modifica: 2015-06-03T17:14:41+00:00 da Paolo Tosatti

Print Friendly, PDF & Email
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Articoli che potrebbero interessarti: